Graffe fritte, il dolce napoletano per le prossime feste: la ricetta per portarsi avanti

Le graffe napoletane sono una versione molto corposa delle classiche ciambelle fritte, molto simili alle zeppole di carnevale

Ciambelle
Ciambelle-foto pixabay (RitaE)

Un dolce davvero gustoso sono le graffe napoletane, morbide e avvolgenti. Sono simili alle zeppole e alle ciambelle fritte. Si distinguono dal fatto che all’interno dell’impasto ci sono le patate, che le rendono più morbide e soffici. Sono la versione napoletana dei krapfen austriaci.

La ricetta è semplice ma occorre tempo e pazienza, specialmente per la frittura e la lievitazione. Le graffe poi si mantengono per 24 ore massimo. Tuttavia si possono congelare una ad una.

Ingredienti e preparazione delle graffe napoletane

Vediamo come preparare le graffe napoletane in pochi semplici passi.

Ciambelle
Ciambelle-foto pixaaby (Teglan)

INGREDIENTI (20 graffe)

  • 400 gr Farina manitoba
  • 100 gr Farina 00
  • 250 gr Patate
  • 50 gr Zucchero
  • 50 gr Burro
  • 3 Uova
  • Un pizzico di sale
  • 10 gr di Lievito di birrra
  • Una scorza di limone
  • 7 gr Latte a temperatura ambiente
  • Olio di semi di arachidi

PREPARAZIONE (4 ore)

Come prima cosa, pelare le patate e bollirle finché non saranno morbide. Una volta pronte, scolarle e schiacciarle mentre sono ancora calde.

Sciogliere poi il lievito nel latte e lasciar riposare. Sbattere le uova e mano con lo zucchero, sale, scorza di limone e il burro. Aggiungere al composto anche il latte e il lievito e sbattere tutto bene con la frusta per far amalgamare bene.

Mettere anche le patate schiacciate nel composto e mescolare. Quando risulterà tutto omogeneo e senza grumi, aggiungere anche la farina a pioggia e mescolare con le mani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Pan d’arancia, il dessert con l’agrume: la ricetta siciliana originale

Coprire con un panno di cotone umido e lasciar riposare per 2 ore. Riprendere poi l’impasto e realizzare dei cilindri di 3-4 cm di spessore e poi chiuderli su sè stessi formando delle piccole ciambelle da friggere.

Coprire nuovamente con un panno di cotone umido e lasciar riposare per 1 ora. Trascorso il tempo necessario, scaldare l’olio di semi di arachidi in una pentola alta. Una volta che si è raggiunta la temperatura di 170-180°, si possono immergere le graffe e lasciarle cuocere per qualche minuto su ogni lato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Biscotti morbidi caffè e nocciole, ottimi a tutte le ore

ciambelle
Ciambelle-foto pinterest

Una volta che risulteranno dorate si potranno togliere dall’olio. A questo punto bisogna lasciarle asciugare sulla carta assorbente per frittura, oppure su una gratella. Infine cospargere con lo zucchero semolato.