Hai sempre messo in ammollo i legumi prima di cuocerli? Ecco…

Hai sempre messo in ammollo i legumi prima di cuocerli? Ecco cosa succede:

Molto spesso il nostro modo di cuocere e preparare i legumi oppure i cereali sono sbagliatissimi e proprio per questo sentiamo dire che molte persone non li digeriscono o che sono troppo duri da masticare.

legumi-proteine

Oggi vogliamo spiegarvi le cause di questo problema e soprattutto come far si che questi alimenti cosi ricchi di nutrienti occupino sempre la nostra tavola.

Il gonfiore intestinale che in tanti lamentano dopo aver mangiato i legumi sono causati da carboidrati che non sono digeribili che vengono fermentati dalla flora batterica nel colon, creando disturbi digestivi.

Questi oligosaccaridi sono presenti nei legumi e sono i responsabili del gonfiore di stomaco, ma sono indigeribili dagli uomini, l’unica cosa che permette di evitare questo problema è l’ammollo, ma 12 ore non bastano.

Ora vediamo insieme gli altri problemi che possono generare i legumi nel nostro corpo e come risolverli.

Questo acido quindi forma i fitati composti da elementi minerali necessari per il nostro corpo  che però non vengono assorbiti dall’organismo ma vengono eliminati attraverso le feci. I fitati non sono si attaccano ai minerali, al calcio, al ferro e allo zinco dei legumi ma anche a quelli presenti nel nostro organismo sottraendoceli e provocando molti danni. I fitati sono quindi degli antinutrienti.

Per risolvere a questo problema i legumi dovranno essere messi in ammollo non per 12 ore ma dalle 24 alle 48 ore, dipende ovviamente dalla durezza del seme, in questo modo permetteremo una buona eliminazione dei fitati, l’importante è che l’ammollo venga fatto in acqua tiepida (circa 40°) e l’acqua deve essere leggermente acida, il nostro consiglio è di aggiungere un cucchiaio di succo di limone o di aceto di mele per ogni chilo di legumi.

Quindi se vogliamo evitare stanchezza, gonfiore, gambe pesanti mettete in ammollo sempre i legumi e i cereali non raffinati. Quelli raffinati non hanno bisogno di ammollo perché non hanno i fitati ma in più hanno perso tutte le sostanze nutritive presenti invece in quelli integrali.

Ricordatevi poi di sciacquare i vostri legumi prima di cuocerli e cambiare acqua di cottura, altrimenti sarà inutile tutto quello che avete fatto.

Che ne dite? Proviamo?

 

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post