Il carbone attivo non fa bene alla salute

Il carbone attivo non fa bene alla salute

Il carbone attivo è diventato uno stile di vita negli ultimi mesi, con gli chef che lo utilizzano per trasformare i cibi di tutti i giorni in nero e le celebrità che ne approvano i benefici apparenti sulla salute. Ma l’ingrediente – spesso affermato di avere proprietà disintossicanti – è sicuro da mangiare?

Il carbone attivo è pensato per aiutare le persone con problemi digestivi e gonfiore, per migliorare la pelle e ci sono persino dentifrici speciali che pretendono di sbiancare i denti. Gwyneth Paltrow, Kim Kardashian e l’attrice Shailene Woodley hanno tutti sostenuto di bere limonata al carbone di legna per le sue presunte proprietà depurative.

È facile vedere dove proviene l’affermazione che ha attivato il carbone attivo per disintossicare il corpo: viene utilizzato nella medicina d’urgenza per ridurre il carico tossico quando qualcuno ha consumato veleno o ha assunto un’overdose di farmaci. Il carbone di legna si lega al veleno nel tratto gastrointestinale e impedisce che venga assorbito nel flusso sanguigno.  Le tossine vengono quindi espulse dal corpo nelle feci. Tuttavia, questa azione disintossicante è un altro caso dei nutrizionisti non scientifici che vedono l’uso medico di qualcosa e interpretano erroneamente la sua applicazione.

Perché il carbone attivo va evitato se non è necessario

Sophie Medlin, docente di nutrizione e dietetica al King’s College di Londra, illustra diverse ragioni per evitare la moda salutista del carbone attivo. Anche se il consumo di carbone attivo può sembrare una tendenza innocua per la salute, ci sono diversi motivi per cui dovresti evitare questi prodotti.

Carbone attivo si legherà con tutti i tipi di nutrienti tra cui alcune vitamine, minerali e antiossidanti nel cibo. Il carbone di legna viene talvolta aggiunto al succo di frutta. Sfortunatamente, le vitamine del frutto e della verdura probabilmente non saranno assorbite a causa del carbone. Faresti meglio a prendere il succo senza ulteriori aggiunte.

Il carbone attivo può legarsi con alcuni farmaci, inclusi alcuni antidepressivi e farmaci antinfiammatori, che li rendono meno efficaci. Questo potrebbe avere gravi conseguenze sulla salute per alcune persone, ma non è spiegato su bottiglie o imballaggi in cui viene venduto carbone attivo.

Il carbone attivo si legherà solo con le particelle che si trovano nello stomaco o nell’intestino nel momento in cui lo prendi. Funziona entrando in contatto fisico con i tuoi contenuti intestinali. Se stai cercando di usarlo per disintossicarti dall’alcol e dal kebab che hai mangiato la sera prima, non farà nulla perché sono già stati assorbiti nel sangue.

Infine il carbone attivo rallenta l’intestino ed è noto per causare nausea e costipazione, oltre a provocare feci nere.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post