L’algoritmo dell’esercito per sapere di quanto caffè hai bisogno

L’algoritmo dell’esercito per sapere di quanto caffè hai bisogno

C’è sempre stata un’arte per fare un buon caffè e ora c’è una scienza che stabilisce la quantità. Un algoritmo rivoluzionario che ti dice quanta caffeina hai bisogno di consumare per allontanare la stanchezza è stato sviluppato dall’esercito americano.

Il metodo ingegnoso – che senza dubbio sarà accolto con favore dai pendolari – è stato sviluppato dall’esercito statunitense e dal Dipartimento della Difesa in modo che i soldati abbiano abbastanza energia quando sono privati ​​del sonno. Gli scienziati hanno scoperto che una misura esatta della caffeina potrebbe fermare la fatica e mantenere le truppe concentrate al fine di evitare conseguenze catastrofiche e potenzialmente pericolose per la vita sul campo.

Ma il personale non militare può anche trarre vantaggio dalle linee guida per stare all’erta. La ricerca basata su decenni di studi sulla privazione del sonno consiglia a coloro che non riposano abbastanza di consumare 200 milligrammi di caffeina – o due tazze di caffè normali – quando si svegliano e altri 200 milligrammi quattro ore dopo. A chi lavora di notte viene detto di consumare 200 milligrammi all’inizio del turno. Un caffè normale ha circa 100 milligrammi di caffeina.

Ma i tempi possono cambiare in quanto l’algoritmo tiene conto di quanto qualcuno ha dormito e sviluppa un regime di caffeina personalizzato nella speranza di aumentare l’efficienza di una persona fino al 40%. Qualcuno che ha dormito per cinque ore e si sveglia alle 6 del mattino può bere la sua prima tazza di caffè alle 7 del mattino e il secondo alle 9 del mattino. Jaques Reifman, uno scienziato che ha contribuito allo sviluppo dell’algoritmo, ha dichiarato al Wall Street Journal: “Se potessi venire al lavoro, bere caffeina e migliorare l’acuità mentale del 40% per quattro ore, non ti piacerebbe? Questo è quello che stiamo cercando di fare qui”.

Al momento, il software non è di pubblico dominio, ma l’esercito spera di ottenere la licenza della tecnologia e di creare un’app per smartphone. Una versione semplificata del metodo matematico e delle linee guida è disponibile sul sito web, 2B Alert.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post