Meringhe senza cottura: ricetta estiva per gustare delizie fresche. Irresistibili

Le meringhe sono un dolce molto amato: per gustarle in estate, ecco come farle fresche. Ricetta senza cottura.

Meringhe fresche: la ricetta
Meringhe fresche (Foto Pexels)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

Una tira l’altra. Le meringhe sono uno dei dolci più amati, adorati per il loro sapore dolcissimo.

Tuttavia d’estate, in questo 2022 da temperature elevatissime, non si ha voglia di cucire dolci che devono stare a lungo nel forno acceso.

Arriva una soluzione: realizzare le meringhe senza cottura, delizie buonissime con cui fare il pieno di gusto portando qualcosa in tavola da batticuore con cui conquistare i commensali.

Aumentano in questo periodo dell’anno le occasioni in cui si invitano a casa gli amici, o si viene invitati, e se si vuole fare un figurone queste meringhette sono la svolta.

Meringhe senza cottura: la ricetta

Grazie a facili step si dà vita a meringhe senza cottura da urlo. Bontà sbalorditive con cui fare il pieno di gusto rinfrescandosi in queste giornate afose.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Metti cucchiaio zucchero forno incredibile
Barattolo di zucchero (Foto di 422737 per Pixabay)

INGREDIENTI

  • 250 g zucchero a velo
  • 100 g albumi
  • 1 bustina vanillina

PROCEDIMENTO (circa min 15 preparazione)

Si parte mettendo gli albumi freddi da frigo in una ciotola per poi frullarli a velocità media: appena sono bianchi si inserisce zucchero a velo e vanillina.

Dopo si aumenta la velocità – frullando alla massima potenza per circa 10 minuti – fin a quando gli albumi non sono montati a neve fermissima. Si fa la prova per vedere se il risultato ottenuto è ottimale: capovolgendo la ciotola il composto deve rimanere fermo.

meringhe acquafaba ricetta
Meringhe all’acquafaba (Foto di Veronika Idiyat da AdobeStock)

Si ricorre poi a una sac à poche per creare le meringhe (diametro non superiore ai 4mm), da posizionare su una teglia da forno coperta da una leccarda. Si lasciano raffreddare conservandole in forno (prima accesso a 180 gradi poi spento quando caldo) per tutta la notte. Dopo circa 18 ore si possono gustare per una coccola di dolcezza, fresca e friabile.