Mustazzeddu, ricetta della focaccia morbida e ripiena made in Sardegna

La mustazzeddu è la focaccia morbida e ripiena che si prepara tradizionalmente in Sardegna. Il ripieno è semplicemente fatto di pomodorini e la ricetta la trovate di seguito.

mustazzeddu ricetta
Mustazzeddu ripiena (foto da Instagram di @missmambokitchen)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La mustazzeddu, conosciuta anche come Pratzida o pani cun tammattiga a seconda della zona della regione in cui ci si trova, è la tipica focaccia morbida sarda; si tratta di un piatto ripieno di pomodori, aglio e basilico.

Una ricetta semplice che è un vero e proprio must nella stagione estiva che può diventare un vero e proprio piatto univo. Il procedimento completo lo trovate di seguito.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Mustazzeddu ricetta originale

La mustazzeddu può essere un goloso pranzo o merenda da ombrellone. Si prepara in due fasi ma è davvero molto semplice, ecco come si fa.

impasto mustazzeddu
Impasto per focaccia (foto da pexels di klaus-nielsen)

INGREDIENTI

Per la base di focaccia:

  • 5 g di sale
  • 50 g di farina 0
  • 170 ml di acqua
  • 10 g di lievito di birra
  • 260 g di semola rimacinata
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

Per il ripieno:

  • 650 g. di pomodorini
  • Sale qb.
  • Basilico fresco tritato qb.
  • Olio extra vergine d’oliva qb.

PROCEDIMENTO (circa 45 minuti più tempi di lievitazione)

Prepariamo prima di tutto l’impasto base della focaccia: quindi, sciogliete il lievito di birra in un bicchiere con l’acqua tiepida, da parte setacciate la farina e la semola. Versate queste due nella planetaria o in una terrina capiente e aggiungete pian piano l’acqua con il lievito, poi l’olio e solo in ultimo il sale.

Impastate per 10 minuti fino fino ad ottenere un panetto ben incordato, liscio e omogeneo. Quindi trasferite in una terrina unta di olio, coprite con la pellicola e lasciate lievitare in un posto caldo per tutta la notte.

L’indomani riprendete il panetto, versatelo su un piano di lavoro spolverato con della farina e sgonfiatelo leggermente con le mani. Dividete l’impasto in 3 panetti più piccoli, arrotolateli e lasciate lievitare ancora per 1 ora e mezza, con i panetti sempre coperti.

Nel frattempo preparate il ripieno: lavate a asciugate con della carta assorbente i pomodorini e il basilico, quindi tagliate i primi a dadini, conditeli con olio evo, il basilico tritato e sale.

focaccia sarda
Pomodorini e basilico (foto da pexels di monicore)

Rivestite di carta forno la leccarda e stendete ogni impasto con l’aiuto del mattarello per ottenere una sfoglia di 3-4 mm. Adagiate i cerchi ottenuti sulla carta forno e mettetevi al centro i pomodorini conditi richiudete i bordi verso il centro, lasciando la parte centrale aperta in modo che evapori il calore.

Irrorate i pomodorini con un filo d’olio evo e infornate a 230° per 25 minuti circa o almeno fino a doratura delle focacce. Fatele raffreddare, decorate con altro basilico freddo quindi servite.