Pasta frolla light: così puoi mangiare i dolci anche a dieta

Pasta frolla light, un’idea geniale per poter mangiare dolci anche a dieta. La ricetta buona e friabile, ecco come realizzarla.

pasta frolla light ricetta
Pasta frolla light (Foto di afratton AdobeStock)

I PEZZI PIU’ LETTI DI OGGI:

La pasta frolla light è una preparazione dolce perfetta se siamo a dieta ma abbiamo comunque voglia di un dolcetto sfizioso. Buona e friabile come la classica pasta frolla (di cui trovate la ricetta in questo articolo) questa è senza burro e senza uova, leggerissima e perfetta per creare crostate e biscotti.

Anche il lievito è sostituito dal bicarbonato, mentre al posto dello zucchero usiamo lo Stevia, per un risultato comunque buono e perfetto.

La ricetta è davvero velocissima da fare, facile anche per chi è poco esperto in cucina, e vi permetterà di avere crostate e biscotti buoni anche se dietetici!

Andiamo quindi a vedere gli ingredienti e il procedimento per realizzare questa preparazione dolce.

Pasta frolla light, ingredienti e procedimento

La pasta frolla light si conserva in frigorifero ben chiusa con la pellicola, per un massimo di due giorni. In alternativa, può essere congelata per 1 mese.

pasta frolla light ricetta
L’impasto (foto di Alessandro Capuzzo AdobeStock)

INGREDIENTI (dosi per circa 2 crostate)

  • 200 g di semola rimacinata per dolci
  • 70 g di Stevia
  • 50 ml di olio di semi
  • 100 ml di acqua
  • un pizzico di bicarbonato
  • Qualche goccia di essenza di vaniglia

PROCEDIMENTO (circa 45 minuti)

Per realizzare la nostra pasta frolla light per prima cosa prendiamo una ciotola e all’interno versiamo la semola con l’olio e lo Stevia. Cominciamo quindi ad impastare, e man mano aggiungiamo l’acqua e infine il bicarbonato.

Impastiamo per bene con le mani fino a che l’impasto non sarà più consistente, quindi trasferiamolo su una spianatoia cosparsa di semola e continuiamo ad impastare energicamente, fino a formare un panetto liscio ed omogeneo.

pasta frolla light ricetta
La pasta frolla pronta (foto di Comugnero Silvana AdobeStock)

Ora, copriamo il nostro panetto con della pellicola trasparente, quindi lasciamolo riposare nella parte più bassa del frigo per circa 30 minuti. Dopodiché, possiamo decidere se utilizzare subito il nostro panetto, tirandolo fuori dal frigo e aspettando una decina di minuti prima di lavorarlo, oppure congelarlo.