Richiami alimentari, due lotti ritirati per fungicida nocivo | FOTO

Ci sono due situazioni di richiami alimentari urgenti comunicate dalle autorità competenti. Cosa non va mangiato e come agire.

Una corsia di supermercato vista da un carrello
Una corsia di supermercato vista da un carrello (Foto Canva)

Richiami alimentari, nel corso delle scorse ore il Ministero della Salute ha provveduto ad emanare due notifiche rivolte direttamente ai consumatori. Le informative svelano l’emergere di un potenziale caso di prodotto contaminato.

A seguito di alcuni controlli è venuta fuori infatti la possibile presenza di un fungicida all’interno di una marca alimentare in vendita in numerosi punti presenti in tutta Italia. Da qui la scelta di procedere con i richiami alimentari.

Le notifiche ministeriali su questi due richiami alimentari forniscono tutte le informazioni necessarie per riconoscere il prodotto segnalato. E sono presenti anche le istruzioni alle quali i consumatori devono attenersi, in caso di acquisto dello stesso avvenuto in precedenza.

Richiami alimentari, l’allerta urgente di oggi

I due lotti di riso tolti dalle vendite
I due lotti di riso tolti dalle vendite (Foto Ministero della Salute)

I prodotti indicati sono due lotti di Riso Vialone Nano, come riportato dalla denominazione di vendita. Il marchio interessato è quello di Curtiriso, di Curti s.r.l. con socio unico.

Risultano esserci due lotti interessati dalla possibile contaminazione da triciclazolo. Si tratta di un potente fungicida che potrebbe comportare delle eventuali complicazioni per la salute in caso di ingestione.

I lotti interessati sono rispettivamente:

  • P22101164;
  • P22100472.

e fanno riferimento a dei prodotti confezionati in maniera diversa. Il primo infatti riguarda delle confezioni in cartone dal peso di mezzo chilo, vendute solitamente in coppia di due per 1 kg complessivo e con data di scadenza o termine minimo di conservazione al 18/10/2024.

Il secondo lotto è invece inerente alle unità sottovuoto da un chilo di peso e con scadenza al giorno 08/10/2024. Entrambi i prodotti provengono dallo stabilimento della località lombarda di Valle Lomellina, in provincia di Pavia.

LEGGI ANCHE: Elisa Isoardi si lascia andare. La coccola che si concede a metà mattina

Che cosa devono fare i consumatori in questo caso

Questi articoli non vanno consumati. Difatti è necessario riconsegnarli al punto vendita di riferimento, anche senza usufruire dello scontrino di riferimento.

LEGGI ANCHE: Supermercati, l’elenco dei migliori| La lista di Altroconsumo

Così facendo sarà possibile, per tutti i consumatori coinvolti in questo caso di richiamo alimentare, potere ricevere o un rimborso di quanto speso all’acquisto o la sostituzione con altro tipo di merce per l’importo coinvolto.

Clicca QUI e QUI per prendere visione delle due disposizioni ministeriali di richiamo dalle vendite.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

È anche possibile richiedere ulteriori informazioni al numero verde appositamente messo a disposizione da Curti s.r.l. Si tratta del numero 800.036.457.