Sale pericoloso per la salute: i medici chiedono etichetta come sul…

Sale pericoloso per la salute: i medici chiedono etichetta come sul tabacco

di Ivana Tramontano

Gli amanti del sale dovrebbero ricevere un avviso di rischio salute simile al tabacco. Un gruppo di medici di tutto il mondo ha richiesto un’azione urgente per portare fin dentro le case i pericoli dell’elevato consumo di sale.

Troppo sodio nella dieta provoca ipertensione e aumenta il rischio di cancro allo stomaco, ictus, malattie cardiache e renali. Un approccio duro potrebbe contribuire a salvare milioni di vite. Le diete malsane sono una delle principali cause di morte a livello globale. E l’eccesso di consumo di sale è il principale colpevole, stimato per causare oltre tre milioni di morti a livello globale nel 2017.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha fissato un obiettivo per ridurre l’assunzione di sodio del 30% entro il 2025. E i governi e l’industria alimentare hanno lavorato insieme per ridurre il sale negli alimenti trasformati. Tuttavia, ora è necessario adottare misure urgenti per sensibilizzare i consumatori a questi pericoli.

Il dott. Tom Frieden, presidente e amministratore delegato di Resolve to Save Lives, ha dichiarato: “La maggior parte delle persone non è consapevole del fatto che la quantità di sale che stanno consumando sta aumentando la pressione sanguigna e accorciando la vita”. Ciò potrebbe portare a malattie cardiache o ictus, ma ci sono alcune prove che troppo sale può danneggiare il cuore e i reni senza aumentare la pressione sanguigna.

L’ingestione acuta di sodio nell’intervallo di almeno 17 g in un adulto e 12,5 g o più in un bambino può causare convulsioni, coma e morte, hanno avvertito i medici di Regno Unito, Canada, Australia, Stati Uniti e Cina. Le linee guida del Regno Unito dicono che gli adulti non dovrebbero mangiare più di 2,4 g di sodio al giorno. È l’equivalente di un cucchiaino di sale al giorno, ma molte persone mangiano molto di più senza nemmeno rendersene conto.

La più grande fonte di sodio sono gli alimenti trasformati, come piatti pronti, patatine, panini, sughi per la pasta e salumi. Sebbene la maggior parte dei paesi richieda livelli di sodio nelle etichette degli alimenti trasformati, sono difficili da interpretare e non avvertono di rischi per la salute. Le avvertenze sanitarie relative alla confezione e agli erogatori di sale sarebbero un modo semplice ed economico di trasmettere i pericoli del sale a miliardi di persone in tutto il mondo.”

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post