Scarcelle pugliesi, la ricetta del dolce di Pasqua come lo vuole la tradizione. Preparale subito

Le scarcelle pugliesi sono un dolce tipico della meravigliosa Puglia che si prepara nei giorni di Pasqua: la ricetta golosa della tradizione 

Scarcelle pugliesi
Scarcelle pugliesi (foto da Instagram di @nondisolopane)

I PIÙ LETTI DI OGGI:

Il periodo di Pasqua, come tutti quelli legati alle festività cristiane, è caratterizzato da una vera e propria apoteosi di piatti succulenti. Ogni regione italiana vanta di mettere in tavola dolci legati alla tradizione che fanno la gioia dei grandi e dei bambini. In particolare la Puglia, terra nota per avere una cucina ricca di per sé, durante la Pasqua regala una vera e propria bontà come le scarcelle.

Un dolce che nasce senza dubbio dall’abilità delle nonne di trasformare ingredienti semplici come le uova, la farina e l’olio in delizie sia per gli occhi che e soprattutto per il palato. In sostanza questo dolce non è altro che una particolare pasta frolla arricchita con l’aroma inconfondibile della scorza di limone.

Ogni paese della Puglia ha il suo modo di preparare le scarcelle, la forma più classica è quella di una ciambella anche se sono in molti quelli che preferiscono creare dei dolcissimi coniglietti oppure dei cestini.

La copertura di glassa è facoltativa così come l’aggiunta delle codette, ovvero le perline di zucchero. Quello che assolutamente non può mancare è l’uovo sodo, da sempre considerato simbolo del miracolo della rinascita di Pasqua. Negli ultimi anni sta prendendo però piede l’abitudine di utilizzare degli ovetti di cioccolata per far felici i più piccoli oppure di colorare insieme ai bimbi delle uova precedentemente bollite.

La ricetta delle scarcelle pugliesi

Le scarcelle pugliesi grazie alla loro bontà sono riuscite a superare i confini dell’incantevole regione del sud Italia per essere apprezzate e preparate in tutta la penisola specialmente durante la Pasqua.

Scarcelle pugliesi
Uova sode (foto di Evgen da AdobeStock)

INGREDIENTI

  • 300 g  di farina
  • 100 g di zucchero
  • 6 uova
  • 1 limone
  • Latte
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.

PROCEDIMENTO (50 MINUTI)

Per preparare le scarcelle pugliesi occorre ovviamente dedicarsi innanzitutto all’impasto. Su un piano di lavoro ponete quindi la farina a cui avrete aggiunto un pizzico di sale e 2 uova iniziando così a lavorarla. Successivamente incorporate 2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva, un po’ di latte e la scorza di limone grattugiata.

Continuate a lavorare l’impasto fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo che a questo punto sarà pronto per essere avvolto in una pellicola trasparente e quindi lasciato a riposare in frigo per almeno 30 minuti. Potrete usare questo tempo per dedicarvi alle uova da posizionare sulle scarcelle avendo cura di lavare per bene il guscio e di cucinarle per renderle sode.

Trascorsa mezz’ora riprendete il panetto di pasta e stendetelo ricavando quindi 3 colombe lunghe 26 cm e alte 13 cm. Posizionatele su una teglia rivestita da carta forno e  posizionate al centro un uovo “fermandolo” con due striscioline di pasta incrociate.

Scarcelle pugliesi
Scarcelle pugliesi (foto da Instagram di @bloody_licious)

A questo punto, dopo aver spennellato le scarcelle con dell’uovo e spolverizzato con lo zucchero non vi resterà altro da fare che metterle in forno a 170 gradi per circa 25 minuti.