Trippa alla romana? Ecco dove mangiare quella vera!

Come dice il nome, la trippa alla romana è un piatto tipico della Capitale, ma se si è a Roma dove bisogna assolutamente mangiarla? Ve lo diciamo noi.

Meno conosciuta dei primi piatti come carbonara, cacio e pepe e amatriciana, la trippa alla romana è un altro piatto tipico della cucina romana. E allora se davvero si vuole provare piatti particolari che poco si trovano nel resto d’Italia o che comunque sono più complicati da riprodurre perché la materia prima non si trova, qui vi diciamo in quale osteria di Roma bisogna assolutamente mangiare questo piatto.

trippa alla romana
Dove mangiare a Roma la trippa -CheCucino

Ci sono piatti che sono veri e propri simboli della cucina di determinate città: Napoli ha la pizza, Firenze la fiorentina, Rimini la piadina e Roma ha carbonara ovviamente non solo questi i piatti tipici delle singole città, ma parliamo sicuramente dei più conosciuti ed imitati.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUI NOSTRI CANALI INSTAGRAM E TELEGRAM

La trippa alla romana, invece, è un piatto oggi che potremmo definire di nicchia, nonostante sia una ricetta antica, nata dalla cucina popolare visto il basso costo della trippa e l’alto contenuto nutrizionale. Generalmente la si preparava per il pranzo del sabato e ancora oggi nelle osterie più tradizionaliste nei cartelli esterni si legge “Sabato Trippa”. E allora se si è nella Capitale dove bisogna andare per mangiare questo piatto?

Dove mangiare la trippa a Roma

Come dice il nome stesso, il piatto è un preparato a base di trippa con l’aggiunta di cipolle bianche, pomodori pelati, pecorino romano e vino bianco.

trippa alla romana
Trippa alla romana (foto da Pinterest di In cucina con zia Lora) -CheCucino

Checchino dal 1887 al Testaccio; qui la trippa alla romana è il piatto forte. Vera cucina romanesca in una delle osterie più antiche della città e in uno dei suoi quartieri caratteristici.

Tanto pe’ magna’ alla Garbatella; altro quartiere caratteristico per un osteria da immaginario. Tavoli con tovaglie e quadri spartane e cucina dai piatti abbondanti. Qui la trippa è un vero must.

Da Benito al Ghetto; nel cuore del ghetto ebraico c’è questo ristorante-osteria davvero pittoresco. Insieme alla trippa non può mancare il vino della casa.

Felice al Testaccio; osteria che conosciutissima dai turisti e amatissima dai romani stessi, insomma un nome una garanzia. Qui la trippa viene servita nel tipico piatto di cotto. È consigliata la prenotazione preventiva anche di giorni.

Gestione cookie