4 antiche piante officinali per vivere meglio

4 antiche piante officinali per vivere meglio

Alcune piante officinali hanno origini millenarie, ma spesso sono sconosciute ai più pur avendo proprietà benefiche inestimabili. Ecco alcuni ingredienti che, se inseriti correttamente nel nostro regime alimentare, possono apportare benefici inestimabili alla nostra salute.

crescione-mazzo

Il crescione – Conosciuto sin dai tempi dei Greci e dei Romani come pianta capace di guarire ogni malattia: oltre ad avere proprietà afrodisiache, è depurativo, antinfiammatorio, contiene antiossidanti, previene influenza e malanni di stagione ed è un diuretico in grado di contrastare la ritenzione idrica e l’ipertensione. Questa pianta può essere efficace anche in ambito cosmetico, grazie alla sua azione detergente per una pulizia profonda e accurata dell’epidermide soprattutto in caso di pelli impure.

cardamomo-semi

Il cardamomo – E’ una spezia molto ricercata e costosa e cresce abitualmente in regioni con clima caldo ed umido ad altitudini comprese tra i 500 ed i 1.500 metri. Ricco di vitamina A, B e C è un ottimo digestivo, riduce il gonfiore addominale, previene e cura gli stati influenzali, migliora la circolazione del sangue, contiene antiossidanti in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi e agisce positivamente sull’ipertensione calmando il battito cardiaco.

La spirulina – E’ una microalga dalle numerose proprietà terapeutiche, è un ottimo integratore alimentare, ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, è un perfetto ingrediente da abbinare alla dieta, abbassa i livelli di colesterolo nel sangue e, grazie alla presenza di acidi grassi appartenenti al gruppo degli omega 3, ha capacità anticoagulanti favorendo la fluidità del sangue.

tarassaco

Il tarassaco – E’ un’erba molto diffusa in Italia, soprattutto ai margini dei boschi, sulle sponde dei fiumi e lungo le strade. Il miglior periodo per la raccolta è la primavera quando le foglie sono ancora tenere e commestibili anche crude per arricchire le insalate miste, oppure cotte come ingrediente di minestre, torte salate e altro. Ha proprietà diuretiche, regola la pressione arteriosa, contiene antiossidanti, abbassa i livelli di colesterolo cattivo e aiuta a dimagrire. Inoltre il succo di tarassaco può essere d’aiuto per chi soffre di diabete: infatti tra le sue proprietà c’è la capacità di stimolare la produzione di insulina da parte del pancreas mantenendo così stabili i livelli di zucchero nel sangue.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post