Aceto di mele: 3 buoni motivi per iniziare ad usarlo

Aceto di mele: 3 buoni motivi per iniziare ad usarlo
LA PREPARAZIONE

L’aceto di mele è molto più che un condimento per le nostre insalate. In realtà è un vero e proprio alimento terapeutico: un naturale antiossidante. 

Aceto-di-mele-per-dimagrire2

 

1. Aiuta a perdere peso

L’aceto di mele stimola il metabolismo e abbassa i livelli di zuccheri nel sangue.  Due cucchiaini diluiti in un bicchiere d’acqua dieci minuti prima dei pasti aumenta il senso di sazietà e aiuta a mangiare di meno. L’aceto di mele è ricco di potassio e consumandolo ogni giorno manterremo sane e giovani le nostre ossa.

2. Aiuta il benessere dei capelli

Per ottenere dei capelli lucenti basta mettere due o tre cucchiai sui capelli prima dell’ultimo risciacquo. Per una maschera antiforfora potete sciogliere due cucchiaini di aceto di mele in due bicchieri di acqua e applicarla sui capelli, poi sciacquare.

3. Per una pelle vellutata 

Per donare lucentezza alla pelle potete fare delle semplici spugnature con acqua o aceto oppure un bagno con acqua calda e un bicchiere di aceto di mele, questo bagno vi sarà utile soprattutto l’estate dopo un’eccessiva esposizione ai raggi solare poiché allevia rossori e pruriti.

Inoltre migliora la produzione di saliva ed enzimi digestivi. Ciò porta a una diminuzione del gonfiore addominale, e dei problemi digestivi.

Contribuisce al mantenimento di un corretto peso-forma: stimola il metabolismo, e al contempo attenua il desiderio di dolce.

Attiva le difese immunitarie, e uccide batteri, funghi e altri micro-organismi.

Stimola la circolazione, e contribuisce al drenaggio delle cellule adipose e della cellulite.

Essendo ricavato anche dalla buccia di mele è ricco ditriterpenoidi, che contrastano la proliferazione di cellule tumorali.

Può essere utilizzato per fare i gargarismi, in una soluzione acqua e aceto: in tal modo si possono alleviare afte, gengive sanguinanti, mal di denti e infezioni del cavo orale.

Che ne pensate? Anche voi inserirete l’aceto di mele nella vostra alimentazione?

 

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post