Acne giovanile: cosa mangiare per combattere i brufoli

Acne giovanile: cosa mangiare per combattere i brufoli

di Ivana Tramontano

L’acne è un problema che riguarda sette adolescenti su dieci e la causa è prevalentemente ormonale. Però si può contrastare con una corretta alimentazione.

Il fattore di crescita Igf1 accresce la produzione di grasso da parte delle ghiandole sebacee. Viene favorito dall’insulina, l’ormone che regola la glicemia, motivo per cui bisogna seguire una dieta povera di zuccheri se si vuole sconfiggere l’acne. Per combattere i brufoli bisogna mangiare cereali integrali, ridurre drasticamente i dolciumi e non bere più di una tazza di latte al giorno.

I brufoli sono il risultato dell’infiammazione dei follicoli piliferi ostruiti dall’eccesso di grasso. Per questo motivo meglio ridurre anche il consumo di cibi grassi, come salumi e carne rossa, optando invece per il pesce, ricco di omega-3, gli acidi grassi polinsaturi ad azione antinfiammatoria.

Una sana e corretta alimentazione, non solo per i giovani, prevede cinque porzioni tra frutta e verdure al giorno. In particolare contro l’acne bisogna puntare sui vegetali ricchi di betacarotene, carente negli adolescenti con l’acne. Dunque fate il pieno di zucca, carote, spinaci e melone. Il cioccolato non è colpevole dei brufoli. Qualche quadratino di cioccolato fondente al giorno non può che fare bene alla salute, a patto che contenga almeno il 70% di cacao.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post