Acqua in bottiglia, le analisi trovano microplastiche: allarme in Francia

L’associazione francese Agir pour l’environnement ha recentemente lanciato un’allarme che desta preoccupazione per tutta la popolazione d’Oltralpe: le ultime analisi hanno trovato microplastiche nell’acqua in bottiglia. 

acqua bottiglia microplastiche
Acqua in bottiglia (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

L’acqua è il bene più prezioso che possediamo sulla Terra: senza di essa la vita sarebbe praticamente inesistente. Per tale motivo bisogna tutelarla al massimo, soprattutto in questi periodi di grande caldo e siccità.

Al contempo anche i produttori dovrebbero tutelare il benessere dei consumatori fornendo il prodotto più puro e benefico possibile.

In Francia per l’antifona non sembra essere questa: le ultime analisi portate avanti dall’associazione Agir pour l’environnement hanno dimostrato come l’acqua in bottiglia sia contaminata da microplastiche.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Acqua in bottiglia, le analisi trovano microplastiche: allarme in Francia

Già nel Marzo del 2018, un’associazione statunitense aveva condotto una ricerca su questo campo che aveva dimostrato che l’acqua in bottiglia contiene in media 10,4 micro particelle di microplastiche per litro. 

Sono dati scioccanti che devono farci riflettere poiché si tratta del doppio rispetto all’acqua che sgorga dal rubinetto.

acqua rubinetto microplastiche
Acqua del rubinetto (Canva)

Ora la nuova ricerca in Francia ha stupito ancor di più la popolazione: lo studio è stato effettuato su 9 marche produttrici differenti. Esse sono:

  • Evian (sia le bottiglie da 0,5 litro che quelle da un litro)
  • Carrefour
  • Volvic
  • Cristaline
  • Badoit
  • Perrier
  • Vittel (sia le bottiglie da 1 litro che quelle per i bambini da 0,33 litri)

Il risultato dei test in laboratorio

Lo studio intitolato “Beviamo plastica!” ha rilevato che ben 7 marche su 9 sono inquinate da microplastiche tra le quali si ritrovano polipropilene, polietilene, poliuretano, polietilene tereftalato.

La produzione più contaminata è stata proprio quella destinata ai bambini (della marca Vittel) poiché sono state ritrovate ben 121 micro particelle per litro.

acqua bambini contaminata
Bambina che beve dell’acqua in bottiglia (Canva)

Le uniche due marche salve dalle microplastiche riconducevano ai nomi di Carrefour e Volvic. Ma quali sono i rischi dell’ingerimento di microplastiche?

Ci sono ancora pochi studi riguardanti quest’argomento ma si sa con certezza che queste sostanze si depositano nel sangue, nel fegato, nei polmoni e nei reni.

Nonostante ancora non si sappiano le effettive conseguenze alla lunga, risulta comunque meglio rimanere alla larga da tali agenti chimici.