Bambini, adulti (sani e non) e anziani: quanta acqua bisogna bere?

Bambini, adulti (sani e non) e anziani: quanta acqua bisogna bere?

di Ivana Tramontano

L’acqua è un elemento essenziale per la vita e per la salute. In estate perdiamo più liquidi con la sudorazione e bere diventa un’attività di fondamentale importanza. Ma quanta acqua dobbiamo assumere al giorno?

La quantità di liquidi da assumere varia da individuo a individuo, tenendo presente l’età, il peso, le condizioni di salute, il movimento fisico. Un adulto in perfette condizioni di salute deve bere almeno due litri di acqua al giorno, quantità che deve essere innalzata se la persona fa attività sportiva. In parte si può assumere anche acqua minerale per reintrodurre i sali minerali persi con il sudore. Non dimentichiamo che anche l’alimentazione, soprattutto frutta e verdura, aiuta ad assumere liquidi. Infine sfatiamo una leggenda metropolitana: l’acqua, sia naturale che minerale, ha zero calorie e non fa ingrassare.

Un bambino fino a due anni non pronuncia la parola “acqua” e quando ha sete solitamente piange. Quanta acqua dovrebbero bere i neonati?Solitamente si autoregolano da soli, ma tenete presente che l’acqua non deve essere sostituito dal latte.

Le persone adulte o anziane malate di diabete o sofferenti di cardiopatie hanno bisogno di bere onde evitare problemi cardiocircolatori e renali. La giusta quantità deve essere consigliata dal medico curante.

Gli anziani, invece, rientrano nella categoria dei due litri al giorno. Non avvertono lo stimolo della sete e quindi dovrebbero essere controllate da chi gli è vicino.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post