Bambini in sovrappeso: aumenta il rischio infarto in età adulta

Bambini in sovrappeso: aumenta il rischio infarto in età adulta

di Ivana Tramontano

I bambini in sovrappeso hanno un rischio significativamente maggiore di infarto o ictus nella mezza età, anche se dimagriscono da adulti. Secondo i ricercatori dell’Università di Oxford anche ipertensione, colesterolo e fumo prima dei 19 anni aumentano il rischio.

I risultati sono la prova più forte finora che lo stile di vita infantile ha un grande impatto in seguito. Lo studio utilizza le cartelle cliniche dei bambini dai 3 ai 19 anni. I 42.000 partecipanti, dagli Stati Uniti, dall’Australia e dalla Finlandia, sono stati seguiti fino all’età di 50 anni, durante i quali 290 hanno subito infarti, ictus o malattie cardiovascolari.

I ricercatori hanno scoperto un ulteriore 10% dell’indice di massa corporea da bambino associato a un ulteriore 20% di rischio di problemi cardiovascolari negli adulti. Ogni ulteriore 10% della pressione arteriosa nell’infanzia aumentava il rischio cardiovascolare negli adulti del 40% e allo stesso modo il colesterolo infantile aumentava il rischio cardiovascolare del 16%.

Fondamentalmente, coloro che avevano questi fattori di rischio da bambini – ma erano sani in età adulta – avevano circa il triplo delle probabilità di un attacco rispetto a quelli con uno stile di vita sano in tutto. E quelli che erano malsani da bambini e continuavano le cattive abitudini in età adulta, avevano un rischio di cinque volte superiore rispetto a quelli sani da bambini ma che sviluppavano uno stile di vita povero da adulti. In conclusione: i programmi per prevenire infarti e ictus dovrebbero porre maggiormente l’accento su stili di vita sani nei bambini.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post