Caffè cattivo? Svelato il modo per non farlo più acquoso. C’è il trucco

Quando fai il caffè ti viene troppo acquoso o bruciato e perde il suo meraviglioso e intenso sapore? Svelato il trucco per ottenere una bevanda perfetta, buona come se fosse cioccolata

Caffè cattivo svelato trucco
Tazzina di caffè (Foto di Romolo Tavani da Adobe Stock)

LE RICETTE PIÙ BUONE DI OGGI:

Di aforismi e frasi celebri sul caffè ne esistono tantissime che non basterebbe un articolo di mille parole per elencarle tutte. Tanti grandi hanno omaggiato la bevanda più consumata al mondo con le loro opere.

Il motivo è presto detto: il caffè è di sicuro, almeno per noi italiani, un momento di pausa e relax oltre a risultare utile per svegliarsi al mattino e cominciare la giornata con il piede giusto e la carica adeguata.

Come diceva il filosofo e attore napoletano Luciano De Crescenzo il caffè è anche “una scusa per dire a un amico che gli vuoi bene”. Insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta quando si vuole render grazia a questa bibita.

Al bar con gli amici o da soli oppure a casa preparato con la moka o la macchinetta con le cialde o le capsule il caffè soprattutto espresso è di sicuro la bevanda dei dei. Scopriamo come berlo in maniera ottimale senza intoppi.

Il trucco per un caffè buono come al bar

Per consumare un caffè buono come se fosse ordinato al tavolino o al bancone di un bar occorre avere alcune accortezze se si vuole evitare di renderlo acquoso o peggio, bruciato.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Caffè cattivo svelato trucco
Caffè (Foto di winston da Adobe Stock)

Innanzitutto bisognerebbe usare l’acqua filtrata o delle bottiglie visto che quella del rubinetto è da considerarsi “dura” e quindi potrebbe alterare il sapore del nostro caffè. Inoltre l’acqua va inserita nella moka fino al bordo della valvola, altrimenti la nostra bevanda verrebbe troppo acquosa.

Visto che noi siamo italiani e alla maggior parte degli abitanti del Bel Paese piace il caffè ristretto, il cosiddetto espresso, dobbiamo prestare attenzione a non farlo risultare troppo lungo come consumato seguendo lo stile della Nazione a stelle e strisce. Cerchiamo poi di non compattare troppo la polvere nera con un cucchiaino ma facciamo la cosiddetta “collinetta” di caffè e poi chiudiamo la moka.

Per farlo salire poi non bisogna metterlo su una fiamma troppo alta (nonostante la voglia matta di berlo subito), il caffè è un rito e come tutti i riti va gustato lentamente. Ciò vuol dire che anche la sua preparazione dovrà essere lenta su un fuoco basso.

Caffè cattivo svelato trucco
Caffè al bar (Foto di leszekglasner da Adobe Stock)

Se poi vogliamo utilizzare la nostra bibita avanzata per un tiramisù o un altro dolce allora conserviamolo in un contenitore di vetro o in una tazza. Infine non laviamo mai la moka con acqua e sapone o detersivo, è un errore gravissimo! La macchinetta del caffè va lavata soltanto sotto l’acqua corrente che sia essa tiepida o calda oppure fredda.