Come conservare l’abbronzatura dopo le vacanze

Come conservare l’abbronzatura dopo le vacanze

di Ivana Tramontano

Rientrati dalle vacanze tutti vorrebbero prolungare l’abbronzatura quanto più a lungo possibile per sembrare più belli e vitali. Ecco alcuni consigli utili per prendersi cura della tintarella.

Meglio la doccia che il bagno: lavarsi con acqua tiepida permette di non stressare troppo la pelle ed evitare che si desquami.

Bere tanta acqua: per combattere la pelle secca e la desquamazione ricordatevi di bere almeno due litri di acqua al giorno.

Nutrite la pelle: sul mercato esistono ottime creme idratanti a base di olii essenziali come olio d’oliva e di mandorle. Da utilizzare diluiti nel bagnoschiuma o applicarli subito dopo la doccia.

Evitare l’esposizione prolungata ai condizionatori: il deumidificatore del condizionatore è considerato uno dei nemici numeri uno della desquamazione.

Alimenti utile all’abbronzatura: alcuni cibi aiutano a prolungare la tintarella, soprattutto frutta e verdura. In particolar modo pomodori, peperoni, radicchio, lattughe, pesche e albicocche.

Scrub: non pensate che scolori la pelle, toglie soltanto le cellule morte che andrebbero via in ogni caso. La differenza è che le elimina in modo uniforme e aiuta così a tenere vivo il colore che altrimenti sbiadirebbe.

Esposizione al sole: quando possibile esponetevi al sole, magari durante la pausa pranzo o nei week-end liberi. Bastano anche 20 minuti al giorno sul terrazzo o al parco per conservare

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post