Come cucinare il cavolo senza l’odore sgradevole che invade la cucina

Come cucinare il cavolo senza l’odore sgradevole che invade la cucina

LA PREPARAZIONE
di Marco

Come cucinare il cavolo senza avere in casa quell’odore sgradevole, forte ed intenso: esiste un rimedio testato ed utilissimo

Cavolo
Come cucinare il cavolo senza il cattivo odore

Il cavolo è un alimento molto importante per il nostro organismo. E’ sicuramente molto buono da mangiare ed ha tantissime proprietà benefiche. Non solo, in cucina si può far lavorare la fantasia e cucinarlo in ogni modo. Tuttavia, beh, dobbiamo essere sinceri: non ha proprio un buon odore durante la cottura. Talvolta, possiamo dirlo, inonda l’intera casa di quell’odore che è fortissimo. Certo, non si può fare a meno di un alimento così importante per la nostra dieta, ma come si può cucinare il cavolo senza subire quell’odore? Un modo c’è, esiste.

Come cuocere il cavolo senza odore sgradevole

Come detto, il cavolo è molto duttile in cucina. Lo possiamo cucinare in tanti modi diversi, ma come si può evitare realmente quell’odore sgradevole che inonda tutta la casa? Se utilizzate la cottura a pressione, potete aggiungere all’acqua qualche fogliolina di lauro oppure un goccio di latte. Il rimedio della nonna, invece, ci parla di una fetta di pane bagnata nell’aceto o nel limone e posizionata accanto alla pentola che utilizziamo per la cottura. Se invece avete già cotto il cavolo e adesso volete liberarvi di quell’odore, utilizzate un pentolino con dell’acqua. Con acqua, sì, ma non molta. Ciò che conta, adesso, è l’odore. Per cui, nell’acqua (che poi farete bollire) versate del succo di limone e dell’aceto. Almeno in questo modo riuscirete a liberarvi (in parte) dell’odore del cavolo appena cotto nella vostra cucina. Senza quell’odore così forte ed intenso, ne siamo sicuri, la pietanza potrà risultare anche molto più appetitosa ed invitante. Un ottimo rimedio non solo per i bambini che, in questo modo, saranno più invogliati a mangiare il cavolo, ma anche per gli adulti che non sopportano quell’odore.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post