Come evitare gli schizzi dell’olio mentre si frigge: rimedi infallibili

Come evitare gli schizzi dell’olio mentre si frigge: rimedi infallibili

LA PREPARAZIONE
di Marco

Come evitare gli schizzi dell’olio mentre si frigge: alcuni rimedi infallibili che vi semplificheranno la vita

frittura schizzi
Metodo per evitare gli schizzi mentre si frigge

Come evitare gli schizzi dell’olio mentre si frigge? Quante volte ce lo siamo chiesto e quante volte non abbiamo saputo dare risposta a questa domanda? Tante, tantissime. Spesso, addirittura, proprio si rinuncia a friggere degli alimenti preferendo la cottura al forno o al vapore. In effetti, per quanto possano essere esageratamente buoni alcuni cibi, talvolta friggere diventa un vero e proprio supplizio. Si sporcano i fornelli, la cucina ha un cattivo odore che si impregna ovunque, particolarmente nelle tende (anche per questo c’è una soluzione di cui abbiamo già parlato qui). Insomma, capiamo benissimo che a volte la vita delle casalinghe è dura. Ma ecco che, in questo articolo, ci sforziamo di trovare una soluzione ad un problema che sembra abbastanza comune.

Come evitare gli schizzi mentre si frigge

Innanzitutto, sapete perché l’olio della frittura schizza? Si verifica una reazione chimica secondo cui l’acqua contenuta in alcuni elementi viene a contatto con l’olio bollente e ne faccia saltare fuori dalla pentola delle particelle. Se vogliamo, è anche abbastanza pericoloso friggere in presenza di bambini. Per chi ha un neonato che gironzola per casa sicuramente non sarà facile avere una padella d’olio bollente sul fuoco: uno schizzo potrebbe raggiungerlo e fargli molto male, provocandogli una scottatura.

Il metodo per evitare gli schizzi dell’olio bollente è asciugare gli alimenti prima di immergerli. Certo, si tratta di un procedimento che richiederà un po’ di tempo. Però, almeno non ci ritroveremo i fornelli da lavare dopo. Anche il coperchio, inoltre, può giocare un ruolo determinante nella frittura: quando lo utilizziamo, si crea il vapore acqueo sulla superficie e una volta alzato si formeranno delle goccioline d’acqua che il più delle volte cadranno nell’olio della frittura. Altro metodo molto ingegnoso è quello della patata: la si può immergere quando non si è ancora a temperatura altissima. Il tubero si occuperà di assorbire tutte le particelle d’acqua all’interno dell’olio.

Per seguirci su Instagram: CLICCA QUI

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post