Come scegliere il vino al supermercato. La guida per comprare il migliore

Il vino è sicuramente uno dei prodotti più amati dagli italiani: ci sono tantissimi marchi notevoli. La guida per comprare il migliore.

Come scegliere vino supermercato
Calice di vino (Foto di PhotoMIX-Company per pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il vino è una bevanda alcolica che si ottiene dalla fermentazione di un frutto alquanto particolare, ossia l’uva. Questo prodotto è formato anche da acqua, alcol etilico, acetaldeide, Glicerolo, acido lattico, acido tartarico e acido malico.

Ci sono anche tracce di anidride solforosa, una sostanza che fa male all’organismo e i cui limiti sono fissati proprio dalla legge. In materia di vino, ci sono tantissime leggi e innumerevoli regolamenti.

Comprare il migliore non è di certo una scelta facile: sugli scaffali dei supermercati ci sono migliaia di bottiglie, di ogni colore, di marchi diversi e soprattutto di prezzi differenti.

Questa guida potrà sicuramente esservi d’aiuto: ci sono diverse cose che vanno analizzate prima di scegliere il miglior vino per la vostra cena, per il vostro evento o semplicemente per un’occasione speciale.

Come scegliere il vino al supermercato: la guida per comprare il migliore

Quante volte vi è capitato di andare nel reparto dedicato ai vini e di restare per molto tempo senza fare una scelta? Sugli scaffali dei supermercati ci sono tantissime bottiglie completamente diverse tra di loro. Per questo motivo, questa guida vi aiuterà nel fare la scelta migliore.

Come scegliere vino supermercato
Vino (Foto Pexels)
  • La prima cosa che bisogna guardare è il prezzo. Per comprare una bottiglia di maggior valore, dovete optare per un marchio che abbia almeno un prezzo che si parti dai 6-7 euro. Con molta difficoltà troverete un vino di qualità eccelsa ad un prezzo inferiore.
  • Leggendo sulla bottiglia, cercate di scegliere un vino in cui l’imbottigliatore coincida con il produttore. Quando ciò si verifica, la qualità sarà superiore alla norma.
  • Occhio alla provenienza: i vini locali sono sicuramente buonissimi e potrebbero avere anche un’interessante rapporto prezzo-qualità.
  • Considerate anche vini provenienti dalle cantine sociali: soprattutto quelli dell’Alto Adige, hanno un eccezionale rapporto qualità-prezzo.
  • Bisognerebbe evitare anche la scelta di una bottiglia economica seppur prodotta da un marchio prestigioso.

I vini bianchi leggeri sono ottimi per un aperitivo o per accompagnare primi piatti delicati (come quelli a base di pesce). Nomi consigliatissimi: Chardonnay, Sauvignon, Pinot Grigio, Pinot Blanc, ma anche Falanghina e Catarratto.

I vini bianchi strutturati sono perfetti per accompagnare primi piatti ricchi di condimento o per antipasti a base di formaggio. Nomi consigliati: Vermentino di Gallura, Grego di Tufo, Trebbiano d’Abruzzo, Vernaccia di San Gimignano, ma anche Albana di Romagna.

I vini rossi leggeri sono perfetti per un antipasto molto ricco (formato ad esempio da tagliate di salumi) o piatti di carne bianca e pesce con salse. Nomi di livello: Pinot Nero, Bardolino, Barbera, Valpolicella, Chianti annata, Lambrusco.

Come scegliere vino supermercato
Vino (Foto di Vinotecarium per Pixabay)

Per quanto concerne i vini rossi corposi, sceglieteli in caso di primi piatti pieni di ingredienti e di spezie, antipasti con formaggi stagionati, carni rosse. Nomi consigliati: Taurasi, Primitivo di Manduria, Brunello di Montalcino, Barolo e Barbaresco.