Diabete di tipo 2: la miglior bevanda per la prima colazione

Diabete di tipo 2: la miglior bevanda per la prima colazione

di Ivana Tramontano

Il diabete di tipo 2 è una condizione che provoca livelli troppo alti di glucosio nel sangue (glucosio) e, se non curati, possono causare gravi complicazioni di salute. Ciò che mangi e bevi può aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue, ma una particolare bevanda a colazione può aiutare a prevenire questa patologia.

Il diabete di tipo 2 è una condizione che fa perdere all’organismo il controllo della quantità di glucosio nel sangue. Il corpo non risponde correttamente all’insulina e potrebbe non produrne abbastanza. Questo fa sì che il livello di glucosio nel sangue di una persona diventi troppo alto. Se la glicemia non è controllata correttamente e rimane troppo alta, possono verificarsi una serie di complicanze, tra cui insufficienza renale, danni ai nervi, ulcere del piede, malattie cardiache e ictus. Quindi cosa puoi fare per controllare i livelli di glucosio nel sangue?

Gli esperti affermano che una dieta sana può aiutare le persone a gestire il livello di glucosio nel sangue. Dovresti mangiare una vasta gamma di cibi: frutta, verdura e alcuni cibi ricchi di amido come la pasta, ridurre al minimo lo zucchero, i grassi e il sale e mangiare colazione, pranzo e cena ogni giorno, senza mai saltare i pasti. Ma quando si tratta del primo pasto della giornata, la colazione, quali cibi e bevande hanno il miglior effetto sui livelli di glucosio nel sangue?

Uno dei migliori drink da considerare è il caffè, secondo uno studio. La ricerca pubblicata nel 2012 ha scoperto che bere caffè può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. I ricercatori hanno scoperto che il livello di rischio è sceso ancora di più per le persone che hanno bevuto da due a tre tazze al giorno. Questo valeva sia per i caffè contenenti caffeina che per quelli decaffeinati.

Ma è importante che il caffè rimanga senza zucchero. L’aggiunta di latte, panna o zucchero al caffè aumenta il conteggio complessivo delle calorie e può influire sui livelli di zucchero nel sangue. Per quanto riguarda l’alimento da mangiare a colazione, l’avena può essere un’ottima scelta. L’avena contiene una fibra solubile chiamata beta-glucano che può aiutare a migliorare la risposta all’insulina e ridurre la glicemia. Una revisione della ricerca sui benefici della farina d’avena per le persone con diabete di tipo 2 ha scoperto che la farina d’avena ha un effetto positivo sul controllo della glicemia.

Oltre a seguire una dieta sana, è importante fare esercizio fisico regolarmente. Gli adulti dovrebbero mirare a 2,5 ore di attività a settimana, questo può includere camminate veloci, salire le scale e fare lavori domestici più faticosi.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post