Diabete di tipo 2: la migliore alternativa allo zucchero

Diabete di tipo 2: la migliore alternativa allo zucchero

di Ivana Tramontano

Il diabete di tipo 2 è un problema molto diffuso nel mondo occidentale. Uno studio recente rivela un altro possibile modo per combattere la malattia.

Tutti coloro che soffrono di diabete di tipo 2 sono costantemente in guerra con i loro livelli di zucchero nel sangue (in altre parole, glicemia). Gestire la condizione richiede di essere consapevoli di ciò che mangi e bevi. Quando brami un po’ di dolcezza nella tua vita, la ricerca ha dimostrato che esiste un certo dolcificante che può aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue. La dott.ssa Grace Farhat, docente della Liverpool Hope University in scienze dell’alimentazione e della nutrizione, ha rivelato: “Stevia – un dolcificante naturale – potrebbe essere un nuovo protagonista contro l’obesità e il diabete”.

La stevia è un’alternativa vegetale allo zucchero che è stata utilizzata dagli indigeni del Sud America per migliaia di anni. Precedenti studi hanno suggerito che alcuni edulcoranti non nutritivi (noti anche come artificiali) possono aumentare l’appetito e allo stesso tempo alterare la composizione dei batteri intestinali, causando diverse condizioni umane come l’obesità e il diabete. Nel suo esperimento, ai soggetti del test è stato chiesto di bere acqua naturale, acqua miscelata con 60 g di zucchero o acqua miscelata con solo 1 g di dolcificante per stevia (un dolcificante non nutritivo), prima di consumare un pranzo illimitato con la pizza mezz’ora dopo.

“Volevamo vedere se la stevia ha portato le persone a mangiare di più, perché questa è la presunzione quando c’è dolcezza senza le calorie”, ha detto l’autore dello studio. Il dolcificante non nutritivo (stevia) aggiunge un effetto dolcificante senza aggiungere carboidrati o calorie. “Ma quello che abbiamo scoperto è che non vi è stata alcuna differenza nell’assunzione di cibo tra stevia, acqua o zucchero”, ha continuato Farhat. “Le persone hanno mangiato la stessa quantità di cibo dopo questi diversi precarichi.”

Questa scoperta suggerisce che la stevia non aumenta l’appetito per compensare la mancanza di calorie, come alcuni altri dolcificanti. “Ciò che è anche importante”, ha aggiunto la dott.ssa Farhat, “è notare che coloro che consumavano la stevia avevano meno fame di coloro che avevano assunto solo acqua naturale. Dimostra che possiamo ridurre la fame senza la necessità di consumare più calorie. Ed è importante, perché se vogliamo controllare il diabete e l’obesità dobbiamo controllare l’appetito e i livelli di zucchero nel sangue”. Risultati come questi rivelano che il consumo di stevia aiuterà a prevenire l’eccesso di cibo e il consumo di più carboidrati, che influisce sui livelli di zucchero nel sangue.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post