Diabete tipo 2: i benefici di una dieta vegetariana

Diabete tipo 2: i benefici di una dieta vegetariana

di Ivana Tramontano

Una dieta vegetariana riduce il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, secondo una importante ricerca scientifica condotta dalla Harvard TH Chan School of Public Health, a Boston.

I ricercatori hanno analizzato più di 300.000 persone che hanno seguito una dieta vegetariana o vegana. Coloro che si sono attenuti scrupolosamente avevano le minori possibilità di ammalarsi, rispetto a quelli che erano più flessibili.

Gli adulti che sceglievano cibi “sani” a base vegetale poveri di zuccheri, grassi e sale, come frutta e verdura fresca, avevano il rischio più basso. Non è attualmente chiaro se il consumo ridotto di carne sia dietro il rischio ridotto o un altro fattore come una quantità elevata di fibre. Di certo le diete a base vegetale migliorano la sensibilità all’insulina e riducono il peso, che possono entrambe ridurre il rischio di diabete di tipo 2.

Gli esperti hanno chiesto ulteriori ricerche per capire quali componenti di una dieta sana e vegetariana possono proteggere dal diabete di tipo 2. Hanno affermato che l’elevata quantità di fibra, presente principalmente in cereali integrali, frutta, verdura e legumi, può svolgere un ruolo importante.

Ma attenzione: evitare la carne non riduce necessariamente il rischio di diabete di tipo 2. Lo studio non ha confrontato una dieta a base vegetale con una dieta a base di carne. Inoltre, non era in grado di controllare la storia familiare, l’attività fisica e l’etnia, che sono anche fattori di rischio per il diabete di tipo 2, ma controllava l’età e il BMI.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post