Diplomatica sì, ma è fatta con i cracker. La ricetta facile del dolce rivisitato

La diplomatica è un classico della pasticceria italiana, ma avete mai provato a prepararla con i cracker? La ricetta facile del dolce un po’ rivisitato.

torta diplomatica ricetta facile
Torta diplomatica (foto da Pinterest di @Cuochinprogress)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La torta diplomatica è un dolce tradizionale della pasticceria italiana. Le sue origini sono poco chiare, ma pare sia nata nel Quattrocento, forse per opera del duca di Parma che la realizzò per regalarla agli sforza, ma è un dolce che si perde negli annali anche della cucina napoletana che appunto ne rivendica l’invenzione. Qui poi è chiamata “‘a zuppett“.

A parte le origini, anche la derivazione del nome è poco chiara: c’è chi di ce che derivi dal lavoro del diplomatico, chi dall’omonima crema utilizzata per farcirla.

Quale che sia la vera storia di questo dolce, una cosa è sicura si prepara con pasta sfoglia, crema e pan di Spagna imbevuto con il liquore. Qui però non vogliamo seguire la ricetta tradizionale del dolce, ma proporvi una rivisitazione che ne rende la realizzazione ancora più semplice.

Avete mai provato a prepararla con i cracker? Di seguito vi spieghiamo come fare.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Torta diplomatica, ricetta facilissima

La torta diplomatica con i cracker è una rivisitazione, appunto, del classico dolce ma è molto più semplice da preparare. Ecco allora la ricetta facilissima della diplomatica.

crema diplomatica
Ciotola di crema (foto da AdobeStock)

INGREDIENTI

Per la base:

  • 32 cracker (non salati in superficie)
  • 24 savoiardi

Per la crema:

  • 2 uova
  • 125 g Zucchero
  • 50 g fecola
  • 500 ml Latte
  • Una buccia di limone

Per la bagna:

  • 100 ml alchermes
  • 100 ml di acqua

Decorazione:

  • Zucchero a velo qb.

PROCEDIMENTO (circa 40 minuti più riposo)

Iniziate preparando la crema; quindi fate scaldare il latte con la buccia del limone. Da parte in un altro pentolino sbattete le uova con lo zucchero e la fecola fino a ottenere una cremina. A questo punto, versate il latte caldo, privandolo della buccia di limone, portate sul fuoco a fiamma bassa e fate addensare.

Una volta pronta la crema, toglietela dal fuoco, versate in una ciotola e lasciate raffreddare coprendo con pellicola trasparente a contatto.

Preparate la bagna: in una ciotolina mescolate l’acqua con l’alchermes o se preferite solo quest’ultimo, quindi passate alla composizione del dolce.

Disponete i cracker come base in una pirofila, versate metà della crema ormai fredda, spalmate e coprite con i savoiardi inzuppati nella bagna.

cracker usati per dolci
Cracker (foto da AdobeStock)

Terminate con un altro strato di craker, quindi spolverizzate con zucchero a velo e ponete in frigo un paio di ore prima di servire.

Et voilà la torta diplomatica con i cracker è presto servita.