Due integratori per ridurre le malattie del cuore

0
59

Per mantenere il tuo cuore sano è importante seguire una dieta sana e compiere un regolare esercizio fisico, ma un determinato tè può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari pericolose.

Un cuore sano si ottiene seguendo una dieta sana con cinque o più porzioni di frutta e verdura al giorno, facendo esercizio fisico regolare e smettendo di fumare. Non riuscire a fare queste tre cose potrebbe aumentare il rischio di malattie cardiovascolari. Le malattie coronariche sono una delle principali cause di morte nel mondo. Quindi cos’altro puoi fare per garantire che il tuo cuore rimanga sano?

Gli studi hanno dimostrato che il tè verde può migliorare alcuni dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Questo include colesterolo totale, colesterolo “cattivo” LDL e trigliceridi.

Il tè verde ha anche dimostrato di aumentare notevolmente la capacità antiossidante del sangue, che protegge le particelle di LDL dall’ossidazione, che può portare a malattie cardiache. I bevitori di tè verde hanno un rischio fino al 31% inferiore di malattie cardiovascolari.

Il tè verde contiene catechine, composti polifenolici che si ritiene possano esercitare numerosi effetti protettivi, in particolare sul sistema cardiovascolare. È disponibile come bustine di tè ma anche come integratori e i suoi benefici sono evidenti in entrambe le forme.

Un altro integratore dimostrato di mantenere il cuore sano è la cannella . Uno studio rumeno del 2017 ha riferito che la cannella può ridurre i trigliceridi e il colesterolo, che è un tipo di grasso presente nel sangue che può aumentare il rischio di sviluppare la malattia coronarica.

La cannella è disponibile nella sua forma naturale di bastoncino, macinata o sotto forma di capsule, tè ed estratti di olio essenziale. In generale, la cannella è sicura, ma è importante sapere quale tipo di cannella stai assumendo. Se prendi la cassia ogni cucchiaino contiene 5 g di cumarina, un composto vegetale che può danneggiare il fegato se assunto in grandi quantità.

Per questo motivo, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha fissato limiti giornalieri sicuri. Si raccomandano fino a 3 g (1 cucchiaio) di cassia ogni giorno. Se prendi la cannella di Ceylon, questo contiene solo tracce di cumarina, quindi può essere consumato in grandi quantità fino a 5 g (2,5 cucchiaini) al giorno.

La cannella dovrebbe anche essere evitata se stai assumendo farmaci che possono influenzare il fegato, come il paracetamolo o le statine. Sconsigliato anche alle donne in gravidanza o che allattano.