Fast food e malattie autoimmuni: salute a rischio, lo studio è allarmante

Fast food e malattie autoimmuni, lo studio allarmante mette in evidenza i rischi per la salute connessi al loro consumo. 

Fast Food malattie autoimmuni studio
Piadina (Foto di Godja per AdobeStock)

Il legame tra la salute e l’alimentazione è sempre più forte: sappiamo fin da bambini che siamo lo specchio di quello che mangiamo. Alcuni cibi apportano grandi benefici all’organismo, mentre altri sono decisamente rischiosi per la salute.

Uno stile sano di vita e una dieta sana ed equilibrata sono sicuramente alleati preziosi nella lotta per prevenire numerose malattie. In alcuni casi, l’alimentazione è utile nella gestione di alcune patologie. Non dovrebbero mancare alimenti come frutta e verdure, ricche di fibre, nutrienti e di sostanze benefiche.

Da qualche anno, tuttavia, è cresciuto esponenzialmente il consumo di cibi fast food: secondo alcuni studi, questa cosa è molto pericolosa.

Il fast food potrebbe essere tradotto in italiano come ‘cibo veloce’: si riferisce ad alimenti veloci da preparare e soprattutto economici. Ci sono una serie incredibile di catene che offrono questo servizio di ristorazione veloce.

Con uno stile di vita sempre più frenetico, è bello dirigersi in questi posti o semplicemente prepararli a casa in pochissimo tempo. Anche i bambini ne vanno matti: il sapore comunque è eccezionale per il palato.

Alcuni ricercatori di fama mondiale hanno messo questi particolari alimenti sotto una lente di ingrandimento, dal momento che si stanno scoprendo sempre più relazioni tra il loro consumo e le malattie autoimmuni.

Fast Food e malattie autoimmuni, salute a rischio: lo studio

James Lee e Carola Vinuesa, due scienziati conosciuti in tutto il mondo, hanno deciso di dividere dei gruppi per capire le cause di malattie autoimmuni e cercare di svelare i motivi per cui sono così diffuse in Paesi insospettabili.

Fast Food malattie autoimmuni studio
Panino (Foto di Shutterbug75)

Le malattie autoimmuni, innanzitutto, sono quelle che si presentano quando ci sono condizioni di malfunzionamento del sistema immunitario. Tra i vari disturbi, citiamo il diabete di tipo I, l’artrite reumatoide, la sclerosi multipla e il morbo di Crohn.

Secondo il parere degli esperti, mangiare troppo spesso Fast Food è pericoloso per la salute: i cibi presentati sono poveri di fibre e questo si traduce in un’alterazione del microbioma intestinale. Questi cambiamenti che si verificano nell’organismo innescano le malattie autoimmuni.

Lo scienziato Lee ha rilasciato alcune dichiarazioni in cui ha spiegato che quando ha iniziato a fare ricerca si conoscevano appena una mezza dozzina di varianti di Dna che innescavano le malattie infiammatorie intestinali: al giorno d’oggi, invece, se ne contano più di 250.

Fast Food malattie autoimmuni studio
Patatine McDonald’s (foto da Pinterest @oola.com)

Oggi ci sono categorie completamente diverse dai Fast Food che invece apportano innumerevoli benefici alla salute: basti pensare ai ‘Super Food’ come avocado, mirtilli, bacche e alghe marine (solo per citarne alcuni) che sono ricchi di proteine, di fibre, di nutrienti e di antiossidanti.