Gli alimenti che possono nascondere tracce di glutine

Gli alimenti che possono nascondere tracce di glutine

Celiachia e sensibilità al glutine non celiaca sono le intolleranze più comuni. Nonostante i progressi della scienza e della medicina, l’unico rimedio efficace è seguire una dieta senza glutine. Per questo motivo è importante conoscere gli alimenti che sono apparentemente privi di glutine ma che possono contenere tracce di questa proteina dei cereali che è presente nel frumento e in altre varietà come farro, orzo, segale, spelta, triticale e kamut.

Il glutine si trova in tutti gli alimenti prodotti con questi tipi di cereali, come pane, pasta, farina, pizza e biscotti ed in genere tutti i prodotti da forno. Eppure, è possibile che piccole quantità di glutine siano presenti anche in prodotti che, in teoria, non dovrebbero contenerlo, perché è presente in addensanti, conservanti e tra gli aromatizzanti.

Quindi vediamo gli alimenti più comuni che possono contenere glutine:

1. Dado – Il glutine può celarsi nel dado vegetale sotto il nome di aromi naturali o glutammato monosodico. Per poter utilizzare un dado che sia veramente senza glutine, la confezione dovrà riportare la dicitura “gluten free”. In alternativa meglio preparare il dado in casa con le proprie mani.

2. Succhi di frutta – Possono essere consumati liberamente dal celiaco tutti i succhi di qualsiasi marca non addizionati di vitamine o altre sostanze (conservanti, additivi, aromi, coloranti, ecc.), a esclusione di: acido ascorbico (E300 o vitamina C), acido citrico (E330) e sciroppo di glucosio o di glucosio-fruttosio. Possono contenere glutine i succhi di frutta addizionati di altre sostanze (vitamine, conservanti, additivi, aromi, coloranti, ecc.). Il consiglio è di verificare sempre la presenza della dicitura “senza glutine”.

3. Ketchup – Può contenere glutine sotto forma di ingrediente addensante o stabilizzante. Stesso discorso per tutte le altre salse da condimento come la maionese, la senape, il curry e altri.

4. Risotto in busta – Il riso è un cereale senza glutine, ma quello in busta può contenere tracce di glutine presenti in aromi, conservanti e insaporitori.

5. Lievito per dolci – Meglio utilizzare il pezzetto di lievito di birra fresco, mentre quello secco può avere tracce. Meglio accertarsi che sia presente la dicitura “gluten free”.

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post