I segreti per smettere di stirare

I segreti per smettere di stirare

Siete stanche di stirare e vorreste farne a meno o limitare al minimo l’uso del ferro da stiro? Ecco alcuni consigli utili che vi aiuteranno a raggiungere la “pace dei sensi”, anche se eliminare del tutto questo elettrodomestico risulterà alquanto difficile, a meno che non vogliate “subappaltare” il tutto ad una lavanderia…

iStock_000027506722_Medium

Una delle prime regole è quella di non conservare il bucato in lavatrice perché i capi ne usciranno molto sgualciti. Seconda regola è di non esagerare con la centrifuga che non dovrà superare gli 800 giri e la temperatura di 40° C: infatti l’acqua molto calda stropiccia le fibre e consuma i tessuti: servirà un po’ di tempo in più per il lavaggio ma vi consentirà di indossare i panni anche senza doverli passare sotto il ferro da stiro. Ricordare di non riempire troppo la lavatrice e di chiudere cerniere e bottoni prima di iniziare il lavaggio.

Non lasciate il bucato in lavatrice al termine del lavaggio e scuotetelo energicamente prima di stenderlo. La stenditura è un passaggio fondamentale se volete evitare di stirare: le camicie vanno appese a delle grucce con le spalline spesse, non a quelle di fili di ferro sottili e con i bottoni abbottonati, evitate il più possibile di utilizzare le mollette e non stendete maglie e t-shirt a metà. Al massimo stendetele a testa in giù e pinzate solo il bordino inferiore. Dove mettere il bucato? Su uno stendino nel bagno, magari in prossimità di una doccia, dato che il calore e i vapori aiutano i panni a stendersi per bene. Oppure potete mettere lo stendino vicino ad un termosifone.

Un’altra fase importante per dire addio alla stiratura è la piegatura: non lasciate i panni asciutti stesi per troppo tempo. Piegateli il prima possibile su una superficie liscia e dura come il tavolo in modo da poterli “rilassare” un po’ con le mani. Se volete ricorrere a mezzi più moderni, invece, potete acquistare un’asciugatrice dotate di un apposito programma per non stirare. Infine l’ultimo consiglio è di acquistare capi di abbigliamento in cotone elasticizzato, in jersey o elastan. Per quanto riguarda le tovaglie meglio optare per quelle di plastica: basta una passata con la spugna bagnata e il gioco è fatto!

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post