I succhi di frutta sono dannosi per la salute

I succhi di frutta sono dannosi per la salute

di Ivana Tramontano

Il consumo smoderato di succhi di frutta può essere dannoso per la salute e può portare a una morte precoce. Ovviamente un bicchiere di succo al giorno non dovrebbe causare effetti nocivi.

Un nuovo studio ha rilevato un aumento del rischio di morte precoce per le persone che hanno consumato un sacco di bevande zuccherate. I ricercatori statunitensi hanno confrontato, per la prima volta, il 100% di succhi di frutta con bevande zuccherate come la cola e la limonata. Hanno trovato associazioni molto simili sia per i succhi di frutta che per le bevande zuccherate con un aumentato rischio di morte precoce, anche se hanno affermato che sono necessarie ulteriori ricerche.

La nuova ricerca, pubblicata sul Journal of American Medical Association (JAMA), ha analizzato i dati di 13.440 persone. L’assunzione di bevande zuccherate e il 100% di succhi di frutta sono stati registrati tramite un questionario sulla frequenza con cui hanno consumato le bevande. Durante un follow-up medio di sei anni, ci sono stati 1.000 decessi per qualsiasi causa e 168 decessi per malattia coronarica. In genere, le persone nello studio hanno ottenuto l’8,4% del loro apporto calorico ogni giorno da bevande zuccherate e il 4% dal 100% di succo di frutta.

Questi risultati suggeriscono che un maggiore consumo di bevande zuccherate, compreso il succo di frutta, è associato ad un aumento della mortalità. Mentre i succhi di frutta contengono alcune vitamine e fitonutrienti che mancano alla maggior parte delle bevande zuccherate, gli ingredienti predominanti in entrambi sono lo zucchero e l’acqua.

Anche se lo zucchero nelle bibite zuccherate viene aggiunto durante la lavorazione e lo zucchero nel succo di frutta si trova in natura, gli zuccheri specifici sono essenzialmente gli stessi e la risposta biochimica quando metabolizzata è la stessa. Gli autori hanno suggerito alcune possibili ragioni per l’aumento del rischio di morte per consumo di bevande zuccherate.

L’obesità è ovviamente il fattore principale, hanno detto, ma una volta presa in considerazione, la ricerca suggerisce che le bevande zuccherine aumentano la resistenza all’insulina. Altri fattori possono essere che il consumo di fruttosio altera i livelli di lipidi nel sangue, i marcatori di infiammazione e la pressione sanguigna, mentre il consumo elevato di glucosio è stato associato a insulino-resistenza e diabete.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post