In estate i denti sono più a rischio: cause e rimedi

In estate i denti sono più a rischio: cause e rimedi

In estate non solo le buone abitudini alimentari vengono meno, ma anche la salute dei denti è a rischio. A mettere in guardia, in vista delle partenze estive, è l’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa (AIC). “Il caldo e l’esposizione prolungata al sole possono facilitare la proliferazione batterica, la comparsa di infiammazioni e quindi di improvvisi mal di denti o dolori alle gengive che possono rovinare le vacanze”, spiega Lorenzo Breschi, presidente di AIC.

Aumenta anche il rischio di piccoli traumi dentali per via di una maggiore propensione agli sport all’aperto, “che possono aumentare il pericolo di traumi dentali, dalla mountain bike al beach volley”. E soprattutto, in vacanza, “è più probabile allentare la guardia sul consumo di cibi poco salutari per lo smalto: come snack, gelati, aperitivi e bibite zuccherate, magari trascurando poi di lavare i denti correttamente perché si è spesso fuori casa”. Può diventare anche più semplice, durante l’estate, dedicare meno tempo all’igiene orale, con la placca batterica che galoppa velocemente provocando alitosi, carie e gengiviti.

Di seguito alcuni consigli utili da tenere bene a mente durante le ferie di agosto.

Evitate cibi e bevande molto fredde se avete denti sensibili perchè possono essere causa di irritazione. Portate con voi un apposito contenitore con gli strumenti dell’igiene orale, comprendente uno spazzolino di qualità, dentifricio, collutorio e filo interdentale. Se con voi non avete questi strumenti può essere utile masticare gomme senza zucchero allo xilitolo per stimolare la salivazione. Bevete molto per mantenere l’idratazione, perché la riduzione della salivazione può favorire la permanenza di zuccheri o sostanze acide. Riducete il consumo di soft drink perché ricchi di zuccheri e aspettare 30 minuti  prima di lavare i denti per permettere alla saliva di tamponare l’ambiente acido. Infine preferite caramelle senza zucchero, perché gli zuccheri sono nutrimento per i batteri che causano la carie.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post