La musica yoga previene infarti e ictus

La musica yoga previene infarti e ictus

Secondo una nuova ricerca ascoltare melodie rilassanti e meditative prima di andare a letto potrebbe prevenire attacchi mortali di cuore.

Ricerche precedenti suggeriscono che la bassa variabilità della frequenza cardiaca aumenta il rischio di una persona di essere colta da un infarto o ictus fino al 45%.

Il dottor Naresh Sen, del Sunil Memorial Superspeciality Hospital di Jaipur, India, ha dichiarato: “La scienza potrebbe non essere sempre d’accordo, ma gli indiani credono da tempo nel potere di varie terapie diverse dalle medicine come modalità di cura per i disturbi.

“Ascoltare musica rilassante prima di andare a dormire è una terapia economica e facile da implementare che non può causare danni”.

La musica yoga abbassa anche i livelli di ansia di una persona mentre aumenta la loro positività. Sia la musica pop che il silenzio fanno sentire le persone più ansiose.

Sebbene i risultati siano positivi, il dott. Naresh Sen sottolinea che la musica non può sostituire i farmaci, aggiungendo: “Questo è un piccolo studio e sono necessarie ulteriori ricerche sugli effetti cardiovascolari degli interventi musicali offerti da un musicoterapeuta esperto”.

I risultati sono stati presentati al congresso della Società Europea di Cardiologia a Monaco.

Ciò viene dopo che la ricerca rilasciata lo scorso agosto suggerisce che lo yoga avvantaggia il sistema nervoso centrale di una persona, rafforza l’immunità e dà alle persone un senso di concentrazione.

Secondo uno studio praticare lo yoga riduce anche l’ansia e la depressione, oltre a potenziare la consapevolezza.

Inoltre, lo yoga aumenta i livelli di proteine ​​e ormoni specifici di una persona che sono associati a una maggiore resistenza allo stress.

Dal punto di vista della salute fisica, lo yoga e la meditazione riducono l’infiammazione, che è legata al miglioramento della funzione del sistema nervoso centrale e del sistema immunitario.

L’autore principale Dr Rael Cahn, presso l’University of Southern California, ha detto: ‘A nostra conoscenza, il nostro studio è il primo ad esaminare una vasta gamma di marcatori pro e anti-infiammatori in una popolazione sana prima e dopo un intervento di yoga-meditazione .’

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post