Le cattive abitudini che abbassano le difese immunitarie

Le cattive abitudini che abbassano le difese immunitarie

Le difese immunitarie sono fondamentali per la salute di una persona e per tenere lontani malattie di ogni sorta. Ma alcune cattive abitudini possono contribuire ad abbassarle rendendo più vulnerabile l’organismo che così viene esposto maggiormente a virus e batteri.

La vita sedentaria

Stare troppo tempo seduti, per svogliatezza o per necessità di lavoro, allunga il decorso delle malattie e rende più vulnerabili agli agenti esterni. Secondo recenti studi le infezioni alle vie respiratorie duravano molto di più nelle persone che svolgono attività fisica una sola volta a settimana o anche meno. Il consiglio è di compiere almeno una passeggiata di mezz’ora al giorno.

Dormire poco

Dormire meno di 7 o 8 ore a notte diminuisce la risposta immunitaria contro gli agenti esterni. La stanchezza e il cosiddetto sonno arretrato non permettono all’organismo di combattere efficacemente le malattie.

Alimentazione ricca di grassi

I grassi saturi facilitano le infiammazioni, così come essere sovrappeso causa un aumento di globuli bianchi che riducono la capacità dell’organismo di contrastare le malattie. Al contrario, gli omega 3 hanno proprietà antinfiammatorie e aiutano l’organismo a controllare le proteine in grado di riconoscere gli agenti patogeni.

Uso eccessivo di antibiotici

Un uso eccessivo e sconsiderato di questi farmaci può mettere in difficoltà il nostro apparato difensivo, soprattutto se l’effetto anti-batterico altera in modo troppo squilibrato la flora intestinale, ottenendo effetti collaterali indesiderati. Quando possibile, è bene lasciare che il corpo combatta da solo il disturbo che lo ha colpito, soprattutto se si tratta di un semplice raffreddore o mal di gola.

Stress

In forti condizioni di stress si assiste ad una riduzione delle difese immunitarie presenti a livello intestinale ed anche delle difese immunitarie circolanti.

Eccesso di alcol

Gli alcolici riducono l’efficacia dei globuli bianchi nel contrastare i batteri nocivi e mette in discussione la capacità dell’organismo di produrre cellule capaci di resistere ai virus.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post