Metti una pallina di carta argentata in lavastoviglie: il motivo ti farà molto felice

La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici che in maniera maggiore hanno impattato sulla semplificazione delle pratiche in cucina. Esistono numerosi trucchetti per farla funzionare ancora meglio: oggi vediamo perché inserirvi dentro una pallina di carta argentata può migliorarti la vita!

pallina argentata lavastoviglie
Lavastoviglie (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

La lavastoviglie, o lavapiatti, come dice il nome stesso è un elettrodomestico usato per pulire posate, bicchieri, piatti o altri utensili utilizzati in cucina.

Fu inventata nel lontano 1886 da Josephine Cochrane che brevettò la sua idea ma la vera e propria diffusione in Europa avvenne nel 1929 grazie all’azienda tedesca Miele.

Si tratta di un’apparecchiatura che semplifica in maniera decisiva la vita domestica nell’ambito della cucina evitando fatica e spreco di tempo per lavare le stoviglie.

Esistono molti trucchetti riguardo questo elettrodomestico, oggi però ne andiamo a scoprire uno per il quale ponendo una pallina argentata all’interno di essa possiamo avere dei risultati fuori dall’ordinario.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Mettere una pallina argentata nella lavastoviglie: il trucco magico

Il trucco si compone di 4 step principali: il primo è quello di introdurre un limone all’interno della lavastoviglie per eliminare i cattivi odori.

trucchi cucina lavastoviglie
L’agrume in questione (balouriarajesh da Pixabay)

Il secondo step invece prevede di abbassare o rialzare il cestello dell’elettrodomestico a seconda delle necessità che si hanno.

Il terzo richiede di accartocciare un pallina d’alluminio argentata e riporla nello scompartimento delle posate in modo da farle tornare lucide come appena comprate.

Infine bisognerà mettere un canovaccio o uno strofinaccio sulla portiera d’apertura per evitare che le goccioline di acqua fuoriescano dall’apparecchiatura.

Si consuma meno acqua lavando i patti a mano o con la lavastoviglie?

Secondo uno studio portato avanti da ricercatori tedeschi, il lavaggio in lavastoviglie comporterebbe circa l’80% di acqua utilizzata in meno. 

In un anno infatti si possono risparmiare circa 32 mila litri di acqua. Si tratta di un dato scioccante visto il periodo di siccità ed alte temperature che stiamo vivendo.

lavare piatti mano lavastoviglie consumi
Lavare stoviglie a mano (Rewrite27 da Pixabay)

Bisogna però non dimenticare di usare la lavastoviglie nel modo giusto: è palese che facendo troppi carichi al giorno si consumerà di più. Cercate sempre di riempirla quasi tutta, e non di lavare pochissime stoviglie alla volta.