Non lavare mai il pollo: ecco i rischi per la salute

Non lavare mai il pollo: ecco i rischi per la salute

di Ivana Tramontano

Un rapporto realizzato dalla North Carolina State University suggerisce di non lavare mai il pollo. Questa pratica comune aumenta il rischio di contaminazione di batteri nocivi come la Salmonella e il Campylobacter.

I ricercatori hanno coinvolto circa trecento persone, divisi in due gruppi, cui è stato chiesto di preparare un pasto a base di pollo e insalata. Il primo gruppo non doveva lavare il pollo prima di cucinarlo. Il secondo gruppo, invece, non doveva seguire alcun accorgimento in particolare. Il 93% di quelli che avevano ricevuto le istruzioni non hanno lavato la carne che era stata contaminata da una forma non pericolosa di escherichia coli. Nel 26% dei casi del secondo gruppo il batterio è stato trovato nell’insalata, oltre che nel lavandino e negli utensili da cucina.

Secondo questo studio statunitense i batteri si possono diffondere contaminando le superfici della cucina e il cibo che stiamo preparando. Quando si deve preparare il pollo sarebbe quindi cosa saggia seguire i seguenti consigli:

non lavare il pollo;

preparare la carne per ultima, dopo verdure e frutta;

usare un tagliere a parte per la carne;

lavarsi le mani per almeno 20 secondi dopo aver maneggiato la carne;

usare un termometro per essere sicuri che la carne raggiunga almeno i 73 gradi durante la cottura.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post