Olio essenziale di lavanda: le molteplici proprietà terapeutiche

Olio essenziale di lavanda: le molteplici proprietà terapeutiche

di Ivana Tramontano

L’olio essenziale di lavanda è un prodotto che non dovrebbe mai mancare nelle nostre case. Non costa molto e i suoi effetti benefici sono considerevoli.

La lavanda è stata utilizzata fin dall’antica Roma come base per i profumi e per decotti da utilizzare sulla pelle e i capelli. E’ un ottimo deodorante per la casa e per gli armadi, ma ha notevoli proprietà terapeutiche anche sulla salute dell’uomo. A patto che acquistiate un prodotto artigianale e di qualità.

Uno dei grandi effetti è quello di scacciare ansia e depressione, insonnia e malinconia, stress e irascibilità. L’olio essenziale di lavanda può essere utilizzato per un massaggio o come profumatore d’ambiente, magari disperso con un diffusore o con un brucia essenze da tavolo. Ha proprietà analgesiche, antisettiche, decongestionanti e riequilibranti nervose.

Può essere un rimedio naturale contro il mal di testa, soprattutto se causato da stress nervoso: basta usarne due gocce per massaggiare le tempie, lo si può mettere anche sui polsi e la nuca, il piacevole profumo allevia la tensione e il dolore. Oppure impiegato contro i dolori muscolari: in caso di coliche per bambini si può massaggiare l’addome con qualche goccia.

Svolge inoltre un’azione diuretica e antisettica in caso di cistite, è utile contro le ustioni favorendone la guarigione ed è eccellente contro le punture di insetti, per ridurre rossore e prurito. Ma non solo: l’olio essenziale di lavanda è un nemico della forfora: basta massaggiare il cuoio capelluto con l’olio essenziale prima dello shampoo.

In caso di raffreddore e sinusite mettete tre o cinque gocce di olio essenziale di lavanda in una pentola con un litro di acqua bollente e un cucchiaino di bicarbonato e usate questa soluzione per fare i suffumigi. Per chi soffre di insonnia: tenere accanto al letto un fazzoletto imbevuto in olio essenziale di lavanda (ottimo anche per i neonati).

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post