Pasta alla carlofortina, primo piatto sardo dal sapore deciso. Ricetta

La pasta alla carlofortina è un primo piatto sardo davvero ricco di gusto. Una pietanza realizzata con semplici ingredienti che delizierà tutti i palati. Scopriamo come si prepara.

pasta carlofortina ricetta facile primo piatto sardo
Trofie alla carlofortina (Foto Pinterest @ifood.it)

La pasta alla carlofortina è un primo piatto tipico sardo, caratteristico di Carloforte, una località che si trova sull’isola di San Pietro.

Alla fine del Settecento, i pescatori di coralli genovesi (i tabarchini) furono costretti a fuggire dalla loro isola in Tunisia fondando così Carloforte.

Per questo motivo, sull’isola di San Pietro, è molto forte la lingua e la tradizione culinaria ligure. Non a caso, la ricetta che vi proponiamo oggi, è nata dall’unione di ingredienti sia liguri che sardi.

Vediamo insieme cosa vi occorre per realizzare questo primo piatto semplicissimo ma dal gusto sublime. Provate la ricetta e vi leccherete i baffi!

Pasta alla carlofortina: la ricetta per un primo piatto sardo super ghiotto

Preparare la pasta alla carlofortina, un primo piatto sardo, è semplice e veloce. Tutto ciò che vi serve sono ingredienti di facile reperibilità.

pasta carlofortina ricetta primo piatto sardo
Filetto di tonno fresco (Foto di Reinhard Thrainer da Pixabay)

INGREDIENTI (dosi per 4 persone)

  • 350 g trofie
  • basilico fresco
  • olio extra vergine d’oliva qb.
  • 1 spicchio aglio
  • 250 g pomodorini ciliegino
  • 250 g tonno fresco
  • 150 g pesto alla genovese
  • sale qb.

PREPARAZIONE (circa 40 minuti)

Iniziate la ricetta mettendo sul fuoco la pentola con abbondante acqua salata per la cottura della pasta e fatela arrivare ad ebollizione.

Mentre aspettate che l’acqua bolli, preparate il condimento. Tagliate il tonno fresco a cubetti. Prendete una padella antiaderente e capiente e fate rosolare lo spicchio d’aglio con l’olio extra vergine d’oliva.

Non appena l’aglio è ben imbiondito, unite i pomodorini precedentemente lavati e tagliati a metà e cuocete per cinque minuti.

Incorporate il tonno a cubetti e rosolate per circa un paio di minuti. Quando il tonno avrà cambiato colore e sarà cotto, spegnete il fuoco. Aggiungete il pesto alla genovese, mescolate e lasciate insaporire.

A questo punto, calate le trofie e portatele a cottura. Non appena saranno cotte, scolatele (mantenete un po’ della loro acqua di cottura) e unitele nella padella con il condimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Cotoletta di tonno croccante con panatura al panko, idea geniale

pasta carlofortina ricetta primo piatto sardo
pesto alla genovese (Foto di Lyubov Kardakova da Pixabay)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Pasta al tonno, la ricetta cremosa con un ingrediente segreto inaspettato

Mantecate e se lo ritenete necessario, aggiungete un po’ d’acqua di cottura per rendere il condimento più fluido. Ora, non vi resta che preparare le porzioni, guarnire con foglie di basilico e servire.

Buon appetito a tutti!