Pennette alla norcina

PREPARAZIONE: 30 minuti COTTURA: 10 minuti
Pennette alla norcina: la preparazione

PRESENTAZIONE

La pasta alla norcina è un primo piatto tipico della regione Umbria dal sapore intensamente vellutato, capace di amalgamare armoniosamente la panna e la salsiccia, e che di certo vi farà richiedere il bis. I segreti per la perfetta riuscita di questo piatto sono i tartufi neri e le salsicce di Norcia, ma se abitate altrove va bene qualsiasi salsiccia pur che sia di qualità… Il successo sarà comunque assicurato!

La pasta alla norcina è un primo piatto sostanzioso, semplice e veloce da preparare, che può essere realizzato con diversi tipi di pasta: penne rigate o lisce, tortiglioni, pici freschi, tagliolini o strangozzi ((sorta di grossi spaghetti prodotti senza uovo, simili ai pici senesi). Nella versione che vi proponiamo qui sotto noi abbiamo optato per le più tradizionali pennette rigate.

ThinkstockPhotos-472137689

INGREDIENTI

  • 500 gr di pennette rigate
  • 1/2 cipolla
  • 4 salsicce
  • Una confezione di panna
  • Olio extravergine q.b.
  • Una tazzina di vino bianco
  • Sale e pepe q.b
  • Tartufo nero q.b.

PROCEDIMENTO

Prendete le salsicce dal frigo, togliete la pellicina e sbriciolatele.

In una bella padella abbastanza capiente mettete un filo di olio e la cipolla tritata, aggiungete le salsicce sbriciolate e fate rosolare. Fate sfumare con un il vino bianco e aggiungete un pizzico di sale. Subito dopo addizionate la panna e una bella grattugiata di pepe nero e tartufo nero.

Nel frattempo in un’altra pentola fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Privilegiate una cottura al dente e al termine della cottura versatela nella padella. Fate saltare in padella per un minutino e poi servite in tavola aggiungendo scaglie di parmigiano (oppure pecorino grattugiato) e di tartufo nero. Se dovesse risultare troppo asciutta potete aggiungere alla panna un goccio di latte oppure durantela mantecatura potete unire uno o due mestoli di acqua di cottura della pasta.

Buon appetito a tutti e arrivederci alla prossima ricetta su Checucino.it.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post