Roccocò

PREPARAZIONE: 45 minuti COTTURA: 15 minuti
Roccocò: la preparazione

PRESENTAZIONE

Il roccocò è un dolce natalizio tipico della Campania e assomiglia tanto ad una cimabella di forma schiacciata dalla consistenza di un biscotto, di solito reso più morbido con una bagna alcolica di limoncello, vino o spumante.

Molto probabilmente la sua preparazione più antica risale al 1320 a opera delle monache del Real Convento della Maddalena. Il nome roccocò deriva dal termine francese ‘rocaille’ per via della forma barocca e tondeggiante simile a una conchiglia arrotondata.

ThinkstockPhotos-160249884

INGREDIENTI

  • 500 gr di farina
  • Un pizzico di sale
  • 200 gr di zucchero
  • 25 gr di pisto
  • 350 gr di mandorle
  • 5 gr di ammoniaca per dolci
  • Un uovo
  • La buccia grattugiata di due arance
  • 100 gr di miele
  • La buccia grattugiata di un limone

PROCEDIMENTO

In una padella fate tostare le mandorle senza tostarle troppo, ma lasciatene da parte una ventina per la decorazione finale. Una volta terminata la tostatura toglietele dal forno e riducetele in granella aiutandovi con un frullatore a immersione.

Su un tavolo da lavoro mettete la farina a fontana e al centro aggiungete lo zucchero, la granella di mandorle, il miele, l’ammoniaca, il pisto (chiodi di garofano,cannella, noce moscata,anice stellato) e le scorze grattugiate di arancia e limone. Un poco per volta unite l’acqua e iniziate ad impastare fino a quando non otterrete una pasta omogenea e solida.

Dopo di che iniziate a formare i roccocò con la loro forma tradizionale a mo’ di ciambella. Poi mettete tutti i roccocò su una teglia ricoperta di carta da forno, tagliate le mandorle messe inizialmente da parte e sistematele sui roccocò. Con il rosso d’uovo sbattuto spennellate la superficie e infornate in forno preriscaldato a 180°C per una quindicina di minuti. Se li preferite più croccanti dopo la cottura lasciateli in forno spento per 4 o 5 minuti, ma badate a non farli bruciare.

Una volta che saranno raffreddati serviteli con una bagna alcolica (marsala, vino, vermouth o spumante). Buon appetito e arrivederci alla prossima ricetta su Checucino.it

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post