Segreti per difendersi dal caldo

Segreti per difendersi dal caldo

Nelle giornate di gran caldo e afa il nostro corpo viene sottoposto a stress fisico e psicologico. Soprattutto per chi resta in città diventa difficile gestire certe giornate, soprattutto se si tratta di persone anziane o a rischio. Allora meglio tenere bene a mente qualche segreto per sopportate meglio il caldo, così da poterlo sfruttare o suggerire in caso di necessità.

La prima regola fondamentale è bere tanta acqua naturale, anche se non avvertite lo stimolo della sete. Almeno due litri di acqua al giorno, evitando l’uso di alcolici, bibite gassate o energizzanti. Potete aromatizzare l’acqua con delle fettine o succo di limone e con della frutta o foglioline di menta. L’acqua va bene fresca, ma non direttamente dal congelatore, perchè anche in questo caso non aiuta, vi fa sentire il caldo ancora di più.

A tavola evitate le abbuffate. Mangiate regolarmente a pranzo e a cena, una sana prima colazione e uno spuntino a metà mattina e al pomeriggio. In questo modo il metabolismo sarà più efficiente e favorirete il senso di sazietà. Evitate cibi grassi e poco digeribili, optate per frutta e verdura di stagione.

Se uscite o siete al mare evitate di esporvi al sole nelle ore di punta (dalle 12 alle 16). Fate uso di creme solari protettive (non olii abbronzanti!) e cappellini di cotone con visiera. Se proprio restate in spiaggia tutta la giornata riservatevi una zona d’ombra e al fresco dove passare almeno alcune ore.

Le persone più a rischio sono bambini, anziani, donne in gravidanza e persone malate. Queste dovrebbero evitare di uscire nelle ore più calde (e non solo nell’orario di punta), indossare abiti chiari e non aderenti, cercare di stare in zone fresche e areate. Chi è affetto da malattie cardiovascolari o diabete meglio tenere sotto controllo la pressione arteriosa e chiedere al medico se è il caso di cambiare la terapia farmacologica.

Se restate a casa evitate docce fredde inutili. Meglio lavarsi con acqua tiepida, bagnarsi spesso i polsi e, in caso di cali di pressione, tenere i piedi più alzati rispetto alla testa. In ogni caso di urgenza meglio chiamare i sanitari che in questo periodo sono in fermento contro i colpi di calura e sapranno intervenire nel migliore dei modi anche a casa vostra.

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post