Timballo di pasta, primo piatto ricco e saporito buono anche il giorno dopo

Il timballo di pasta è un grande classico del menù della domenica. Ecco quindi una ricetta semplicissima per un piatto ancora più buono il giorno dopo.

pasta al forno con sugo e mozzarella
Timballo di pasta (foto da Adobestock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il timballo di pasta è un primo piatto speciale quanto speciali sono i pranzi della domenica con la famiglia e di cui è spesso il protagonista.

Si tratta di una ricetta in cui la pasta è cotta al forno in uno stampo e poi viene servita sformata prima di essere tagliato a fette, il timballo di pasta fa parte della cucina siciliana sin dai tempi dell’invasione araba (infatti è proprio dall’arabo che deriva il nome, ndr) per poi diffondersi maggiormente con la cucina partenopea a partire dal Settecento e Ottocento.

Un piatto ricco preparato con tanti ingredienti, con il sugo oppure in bianco con la besciamella, è un primo piatto goloso che riesce a soddisfare sempre tutta la famiglia. Vediamo allora una ricetta che lo renderà ancora più buono se consumato il giorno dopo.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Timballo di pasta al forno senza besciamella

Ai due casi estremi in cui il timballo è preparato con sugo o besciamella, c’è anche chi preferisce la via di mezzo mescolando l’uno e l’altro per condire la pasta. Qui però vedremo la più classiche delle ricette, quella con il ragù.

timballo di pasta senza besciamella
Sugo di pomodoro (foto da adobestock)

INGREIDENTI

Per il ragù:

  • 200 g di carne tritata di vitello
  • 200 g di salsiccia
  • 150 g di piselli
  • 50 ml di vino bianco secco
  • 1 cipollotto fresco
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Sale e pepe
  • 1 l di passata di pomodoro

Per la pasta:

  • 500 g di rigatoni (o altra pasta corta rigata)
  • 400 g di mozzarella
  • 80 g di parmigiano grattugiato
  • Sale e pepe qb.
  • Basilico qb.

PROCEDIMENTO (circa 90 minuti)

Iniziate preparando il ragù; quindi in una casseruola fate soffriggere con l’olio il cipollotto tritato. Aggiungete poi il macinato di carne e la salsiccia sminuzzata, fate rosolare anche questi per qualche minuto. Sfumate poi con il vino bianco.

Una volta evaporato il vino aggiungete i piselli, mescolate e lasciate cuocere per 10 minuti. Trascorso questo tempo, aggiungete anche la passata di pomodoro con un mestolo di acqua e il sale, quindi abbassate la fiamma, coprite con coperchio e completate la cottura per la quale ci vorrà circa 1 ora.

Nel frattempo tagliate a pezzi grossolani la mozzarella e tenetela da parte. Quando sugo sarà quasi pronto, portate ad ebollizione l’acqua salata e cuocete i rigatoni scolandoli al dente. Metteteli in una terrina capiente, aggiungete qualche mestolo di sugo e mescolate.

timballo con rigatoni
Piatto di rigatoni crudi (foto da pexels di mart-production)

A questo punto passate ad assemblare il timballo di pasta; procuratevi una teglia rotonda da circa 28 cm, fondo di ragù quindi metà della pasta con parmigiano, mozzarella a fettine ed il basilico fresco.

Dopo questo primo strato aggiungete la restante pasta, coprite con il restante ragù, parmigiano e mozzarella. Infornate a 200° per 30 minuti. Sfornatelo e prima di servire guarnite con qualche fogliolina di basilico.