Un composto del vino per combattere l’osteoartrite

Un composto del vino per combattere l’osteoartrite

Un potente composto abbondante nel vino rosso potrebbe aiutare milioni di pazienti con osteoartrite a combattere il loro dolore quotidiano. I ricercatori hanno dato a pazienti con dolorosi alle articolazioni del ginocchio del resveratrolo – trovato nella buccia di uva rossa – e riferito che hanno provato molto meno dolore. Avevano anche livelli molto più bassi di infiammazione alle ginocchia, secondo gli scienziati iracheni dietro lo studio.

Otto milioni di persone nel Regno Unito e 54 milioni negli Stati Uniti soffrono di osteoartrosi – quando la cartilagine diventa gradualmente sottile. È diverso dall’artrite reumatoide, una malattia a lungo termine in cui il sistema immunitario induce l’organismo ad attaccare se stesso.

Nonostante non siano causati da infiammazione, i pazienti con osteoartrosi possono ancora avere aree infiammate quando la loro cartilagine si rompe. Gli scienziati del Al-Rafidain University College di Baghdad hanno condotto il nuovo studio di tre mesi su 110 pazienti. A metà è stata somministrata una dose giornaliera di 500 mg di resveratrolo insieme a 15 mg di meloxicam, un farmaco usato per trattare il dolore e l’infiammazione. Gli altri invece hanno ricevuto un placebo.

Sono stati effettuati esami del sangue prima e dopo lo studio per esaminare i livelli di biomarcatori infiammatori. I risultati hanno mostrato che i pazienti a cui era stato somministrato un supplemento di resveratrolo per via orale presentavano un punteggio del dolore molto più basso, rispetto ai loro coetanei che assumevano placebo.

Il resveratrolo – un antiossidante presente anche nelle arachidi – ha dimostrato di possedere proprietà anti-infiammatorie in una serie di studi. È stato anche scoperto di poter ridurre il colesterolo dannoso, proteggere la funzione cerebrale e abbassare la pressione sanguigna. Tuttavia, gran parte della ricerca sul resveratrolo è stata condotta su animali e provette utilizzando elevate quantità di composto. La maggior parte degli studi sull’uomo si sono concentrati su forme supplementari del composto, in concentrazioni super-resistenti superiori a quelle del vino.

Il bicchiere medio di vino rosso contiene 2 mg di resveratrolo, secondo il Linus Pauling Institute dell’Oregon State University. Ciò significa che le persone dovrebbero consumare ogni giorno 250 bicchieri di vino rosso – il che sarebbe letale – per raggiungere i 500 mg utilizzati nello studio. Arthritis Research UK ha detto che sarebbe interessato a vedere più ricerche per capire come il resveratrolo possa giovare alle persone a lungo termine.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post