Uova, cioccolato e formaggio: non sono alimenti da sconsigliare

Uova, cioccolato e formaggio: non sono alimenti da sconsigliare

di Ivana Tramontano

Consigliare alle persone di non mangiare grassi saturi può essere un cattivo consiglio e potrebbe fare più male che bene.

Evitare completamente i grassi saturi invece di considerare l’impatto più generale sulla salute degli alimenti può portare alla mancanza di importanti sostanze nutritive. Le uova, il cioccolato fondente, la carne e il formaggio, ad esempio, sono ricchi di grassi ma contengono anche molte sostanze nutritive e vitamine.

I ricercatori hanno criticato l’Organizzazione Mondiale della Sanità per aver raccomandato che le persone riducessero i grassi saturi invece di essere più specifici.

Più di una dozzina di scienziati europei e statunitensi hanno pubblicato un documento in cui si chiede che i grassi saturi non vengano demonizzati. I grassi saturi sono quelli che si trovano nel latte, formaggio, carne, burro e pasticcini, cioccolato e panna.

E sebbene sia collegato all’aumento del rischio di malattie cardiache, molti alimenti che li contengono hanno anche benefici per la salute. Questi alimenti ricchi di nutrienti potrebbero ridurre il rischio di malattie cardiache, diabete di tipo 2, malattie non trasmissibili come il cancro e malnutrizione.

Le linee guida generali raccomandano che gli uomini adulti non assumano più di 30 g di grassi saturi al giorno e le donne non più di 20 g, pari a circa nove o sei uova. Le bozze delle linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità raccomandano che le persone ricevano meno del 10% delle loro calorie giornaliere (150kcal-250kcal) da grassi saturi e dovrebbero sostituirle con insaturi.

Gli scienziati hanno discusso i pericoli e i benefici dei grassi per anni, perché mangiarne un sacco può aumentare il colesterolo e portare a malattie cardiache. Ma i cibi ricchi di grassi saturi forniscono anche composti vitali come vitamine, minerali, proteine, fibre, ferro e zinco.

Gli scienziati hanno affermato che il grasso saturo è semplicemente un termine generico e ciò che in realtà include è molto più complesso e vario.

Il burro, ad esempio, è un’emulsione di acqua e olio, mentre i grassi di carne sono lipidi al 100% – molecole vitali che non si sciolgono nell’acqua e contengono alcune vitamine. “Siamo preoccupati che, in base a diversi decenni di esperienza, un focus sul grasso totale saturo potrebbe avere la conseguenza non intenzionale di spingere consumatori e industria verso la promozione di alimenti a basso contenuto di grassi saturi, ma ricchi di amidi e zuccheri raffinati”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post