5 segreti per restare svegli dopo una notte insonne

5 segreti per restare svegli dopo una notte insonne

Gli adulti dovrebbero dormire da 7 a 9 ore per notte. Ma quando capita di dormire poche ore e bisogna restare svegli e attenti ecco alcuni consigli utili per affrontare al meglio la giornata.

Lavata di faccia – Se proprio non potete schiacciare un pisolino, che sarebbe la soluzione migliore, allora iniziate con una bella rinfrescata del volto con acqua fredda. Meglio ancora se potrete fare una doccia fresca che stimola il flusso sanguigno e dà una scarica di endorfine.

Caffè – Saggia e scontata la scelta di ricorrere al caffè, ma senza esagerare. L’uso frequente causa assuefazione e questo comporta la necessità di dosi sempre più alte per ottenere gli effetti energizzanti.

Spuntini energetici – Una grande abbuffata o cibo da fast food rischia di appesantirvi e aumentare il sonno. Meglio evitare cibi grassi e ricchi di proteine, meglio snack energetici per assicurarsi che i livelli di zuccheri nel sangue siano stabili: una manciata di noci o mandorle sono perfetti per non addormentarsi alla scrivania.

Bevi acqua – Bevete molta acqua per aiutare corpo e mente a lavorare in modo ottimale, facendoci sentire un po’ meno stanchi. Gli effetti della privazione di sonno sono ancora peggiore se siamo disidratati.

Attività fisica – Muoversi stimola il corpo: l’aumento del flusso sanguigno ci fa sentire più energici. Basta anche una passeggiata a passo svelto di 10 minuti, oppure salire e scendere  le scale diverse volte.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post