Allerta listeria, il Ministero ritira lotti di insalata mista

Allerta listeria, il Ministero ritira lotti di insalata mista

di Ivana Tramontano

Il Ministero della Salute ha pubblicato un nuovo richiamo di prodotti alimentari dagli scaffali e stavolta riguarda l’insalata. Si tratta di tre lotti relativi all”Insalata mista Capricciosa“. L’azienda produttrice del prodotto oggetto del richiamo è la Centrale del Latte di Brescia S.p.A., nello stabilimento di Via Martiri della Libertà 23 cap. 25020 Poncarale (BS).

Il richiamo è stato disposto a scopo cautelativo per la possibile presenza del batterio Listeria monocytogenes. Questi i lotti dell’insalata interessati dal provvedimento: si tratta di confezioni singole da 150 grammi di “Insalata mista Capricciosa” relativi ai seguenti numeri di lotto: 15L4M255 – 16L4M255 – 17L4M255 e con la data di scadenza minima riportata al 22 23 e 24 gennaio del 2019. Pertanto il Ministero raccomanda di non consumare l’insalata con i lotti segnalati. Chi avesse acquistato il prodotto può riportarlo al punto vendita per ottenere un rimborso.

La listeriosi può comparire nel giro di poche ore dall’ingestione dei cibi contaminati e può causare una gastroenterite acuta febbrile. I sintomi della listeria variano a seconda dei soggetti: le donne in gravidanza manifestano una sindrome simile all’influenza, in particolare la febbre e sintomi che non hanno carattere specifico, ad esempio fatica e dolori. Come altre infezioni contratte in gravidanza, può avere conseguenze anche gravi sul feto, ad esempio aborto, parto prematuro o listeriosi congenita. L’infezione da listeria può essere preoccupante se colpisce il sistema immunitario compromesso di adulti e per gli anziani. In tali casi possono verificarsi complicanze quali encefaliti, meningiti, setticemie. Sia per gli adulti che per i bambini il trattamento si basa sulla somministrazione di antibiotici.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post