Arriva l’etichetta sul pane: fresco o congelato? Ecco come capirlo

Arriva l’etichetta sul pane: fresco o congelato? Ecco come capirlo
LA PREPARAZIONE

Arriva l’etichetta sul pane: ecco cosa leggere per capire se è appena sfornato o congelato

Il pane è un alimento che si trova praticamente sempre sulle tavole degli italiani. La dieta mediterranea, infatti, proprio non riesce a prescindere da questo alimento. Spesso, i nutrizionisti ne regolano il consumo da parte dei propri pazienti bilanciandolo con la pasta o qualsiasi altro alimento contenente carboidrati. Infatti, nella maggior parte delle diete e dei regimi alimentari da osservare, il pane viene sostituito da un piatto di pasta a pranzo o cena. Insomma, pare proprio che gli italiani facciano fatica, molta fatica, a farne a meno. Nelle ultime ore è arrivata una notizia che riguarda proprio il pane. Di che si tratta? Di una nuova norma che ne regola l’uso, la vendita e il consumo.

La nuova etichetta per distinguere il pane tra fresco e congelato

Proprio così. D’ora in poi, i supermercati dovranno fare molta attenzione a mettere in dispensa il pane. Sull’etichetta che andrà a guardare il consumatore dovrà esserci riportata la dicitura “conservato o a durabilità prolungata” a seconda se il pane sia fresco oppure congelato. Il consumatore da ora in poi dovrà essere messo a conoscenza di questo nuovo dettaglio. E’ entrato in vigore il 19 dicembre 2018 il Decreto del 1° ottobre 2018: una legge che farà chiarezza su questo alimento d’ora in avanti.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post