Aterosclerosi: i cibi trasformati prima causa di infarto

Aterosclerosi: i cibi trasformati prima causa di infarto

Mangiare hamburger, pizze e salsicce anche per un breve periodo può scatenare l’aterosclerosi, la causa principale di infarti e ictus. I prodotti trasformati sono più dannosi per la salute di quanto si possa immaginare.

Esperimenti su topi e cellule umane coltivate in laboratorio hanno scoperto che due tipi di colesterolo “cattivo” erano i colpevoli.Questi sono LDL (lipoproteine ​​a bassa densità) e il LDL ossidato meno comunemente noto – una forma prodotta da sostanze chimiche dannose denominate radicali liberi.

I roditori sono stati alimentati con una normale dieta ben bilanciata o con un’alternativa “occidentale” che rispecchia i livelli di grassi, proteine ​​e carboidrati presenti in un tipico menu di fast food. Coloro che consumano quest’ultimo sviluppano rapidamente arterie più rigide – fino allo strato di cellule endoteliali nella parete esterna dei vasi sanguigni.

Nel primo studio del suo genere, il team statunitense ha misurato le LDL e le LDL ossidate, quindi ha applicato le stesse concentrazioni alle cellule endoteliali umane in coltura.Tecniche di scansione hanno mostrato che i livelli fisiologici di entrambi hanno indotto la membrana cellulare a irrigidirsi e ispessirsi rispetto a quelle non fornite con le lipoproteine.

Ad ogni aggiunta di tensione, aumentava anche la tensione, che veniva amplificata in combinazione.Il co-autore Dr Manuela Ayee, dell’Università dell’Illinois, ha dichiarato: “Con nostra sorpresa, una piccolissima quantità di LDL ossidata cambia drammaticamente la struttura della membrana cellulare in peggio”. I risultati suggeriscono che i cambiamenti nei grassi nel sangue attraverso il consumo di cibi sbagliati possono sostanzialmente ridurre la qualità delle pareti delle arterie. “Pensiamo che i cambiamenti a livello della membrana cellulare possano consentire l’inizio dei processi coinvolti nell’aterosclerosi”, ha aggiunto Ayee. Nell’aterosclerosi, le arterie diventano più spesse e rigide, il che può portare a malattie cardiache e ictus.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post