Bevande energetiche: ecco perchè sarebbe meglio evitarle

Bevande energetiche: ecco perchè sarebbe meglio evitarle

In Inghilterra è stata fatta pressione sul governo per introdurre un divieto generalizzato di bevande energetiche per i bambini, in quanto il pediatra di punta della Gran Bretagna ha reiterato i timori sui prodotti. Il professor Russell Viner, presidente del Royal College of Paediatrics and Child Health, ha avvertito che possono causare obesità, privazione del sonno e depressione .

Ha avvertito che gli alti livelli di caffeina nelle bevande, simili alla quantità che può essere consumata in una tazza di caffè, contribuiscono a problemi comportamentali, perdita di sonno e ansia. Il primo ministro Theresa May ha proposto di vietare le bevande gassate il mese scorso. La mossa è stata salutata da attivisti come lo chef televisivo Jamie Oliver, ma i critici hanno detto che il governo è ossessionato dal bandire le cose.

Molti supermercati britannici hanno già smesso di vendere bevande energetiche contenenti caffeina ai bambini di età inferiore ai 16 anni, ma ci sono richieste per essere completamente bandite. Il professor Viner ha detto che i bambini hanno già abbastanza energia e mangiano abbastanza calorie e che aggiungere bevande energetiche al mix non è necessario. Scrivendo nel British Medical Journal ha detto che le bevande, che possono essere incredibilmente alte nello zucchero, “contribuiscono indubbiamente all’eccesso calorico complessivo e alla conseguente epidemia di obesità tra i nostri bambini”.

I dati del NHS hanno rivelato a maggio che circa 170.000 bambini di 11 anni sono in sovrappeso. E un’indagine su 5.000 giovani nel 2014 ha rivelato che il 5% di loro dichiara di consumare bevande energetiche ogni giorno. Più di uno su dieci – 14 per cento – beve le bevande almeno due o quattro volte al giorno.

Oltre alle enormi quantità di zucchero, avverte il professor Viner, queste bevande contengono molta caffeina. Possono contenere più di 175 mg di caffeina in una lattina da 500 ml, fino a tre caffè espresso. Il professor Viner aggiunge la prova che sta emergendo che i bambini che bevono caffeina provano ansia, depressione, aumento dell’iperattività e difficoltà a prestare attenzione. Ha detto che è allarmante perché i problemi psicologici possono portare a risultati più scarsi a scuola e all’uso di droghe man mano che invecchiano.

L’esperto di salute dei bambini ha detto che la caffeina non è necessaria per i bambini perché ottengono energia in modo naturale da “una buona dieta, un sonno ristoratore, esercizio fisico e, soprattutto, interazione con altre persone”.

Quali sono gli effetti delle bevande energetiche?

Più della metà dei giovani sperimenta effetti collaterali da bevande energetiche secondo un recente studio britannico. Circa il 55 per cento delle persone di età compresa tra 12 e 24 anni soffre di vomito e dolori al petto e convulsioni, nonostante la maggior parte consumano meno di una o due bevande al giorno.

Oltre ai livelli allarmanti di caffeina delle bevande, i ricercatori ritengono che consumarli con l’alcol o durante l’esercizio li rendano ancora più pericolosi e li esortino a essere banditi per i bambini. Gli scienziati dell’Università di Waterloo, Ontario, hanno chiesto a 2055 giovani di consumare bevande energetiche. I risultati mostrano che il 24,7% dei giovani ha avuto una frequenza cardiaca accelerata, mentre il 24,1% ha lottato per dormire, a causa del consumo di bevande energetiche.

Circa il 18,3% ha sofferto di mal di testa a causa delle bevande, mentre il 5,1% riferisce di aver avuto nausea, vomito o diarrea. Un altro cinque per cento ha richiesto cure mediche a causa dei loro sintomi e il 3,6 per cento riferisce di aver avuto dolori al petto. Allarmante, lo 0,2 per cento ha persino sofferto di convulsioni dopo aver bevuto le bevande. Tra coloro che hanno sofferto di sintomi, la “grande maggioranza” ha consumato meno di uno o due drink energetici al giorno.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post