Bisfenolo A, un ‘ingrediente’ pericoloso che bisogna evitare

Bisfenolo A, un ‘ingrediente’ pericoloso che bisogna evitare

Il bisfenolo A (BPA) è una sostanza chimica usata prevalentemente in associazione con altre sostanze chimiche per produrre plastiche e resine. Può arrecare danni alla salute se utilizzato in dosi considerevoli, può interferire con il sistema endocrino, causare sterilità maschile e indurre la comparsa di tumori, ma secondo un relazione della Food and Drug Administration il BPA sarebbe sicuro ai livelli bassissimi che ricorrono in alcuni cibi

Il bisfenolo A si può trovare in oggetti che usiamo quotidianamente, come le bottiglie di plastica, nelle lattine per le bibite, nel pet e negli oggetti per l’infanzia, ad esempio i biberon. Proprio riguardo al biberon, dobbiamo stare attenti alla plastica utilizzata, anche se quasi tutte le ditte per l’infanzia hanno eliminato questo ‘ingrediente’ poco salutare. Il BPA può causare danni al fegato e ai reni, pericoli per lo sviluppo del feto e del neonato, oltre che per il sistema endocrino, ma rappresenta anche uno dei fattori di rischio per la comparsa dei tumori.

Non solo: il bisfenolo A avrebbe interferenze negative anche sull’azione svolta dai farmaci che vengono impiegati come cura per il tumore. Infatti la chemioterapia risulterebbe inefficace e non consentirebbe l’interruzione dello sviluppo delle cellule malate. Questo avviene perché questa sostanza chimica influirebbe anche sul sistema nervoso e potrebbe danneggiare il processo di segnalazione cellulare, causando un processo di riproduzione delle cellule molto più veloce e incontrollato.

Secondo uno studio pubblicato da Environmental Health Perspectives, è possibile ridurre il livello di esposizione al Bpa evitando il più possibile i cibi confezionati, le bottiglie di plastica, le lattine (non solo delle bibite ma anche le confezioni degli alimenti conservati, come passata di pomodoro, mais e legumi in scatola, ecc). Una soluzione sicura è quella di acquistare bevande e alimenti confezionati in Tetra Pak: infatti i contenitori in Tetra Pak, nonostante siano costituiti in parte da plastica, non contengono bisfenolo A. Per l’acqua e gli altri prodotti sarebbe meglio usare contenitori e bottiglie in vetro.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post